Crotone battuto 5-1: è l'Atalanta la regina del festival del gol - BergamoNews
Serie a

Crotone battuto 5-1: è l’Atalanta la regina del festival del gol

Quarta vittoria consecutiva per i ragazzi di Gasperini, trascinati dai gol di Gosens, Palomino, Muriel e Miranchuk

L’Atalanta sconfigge il Crotone e mette la quinta confermandosi al quarto posto a braccetto con la Juventus.

Un match a senso unico per i nerazzurri che, dopo il vantaggio firmato da Gosens, si complicano la vita in modo autonomo: una serie di sbavature e leggerezze portano al pareggio calabrese.

La reazione da squadra sul pezzo arriva subito ad inizio ripresa quando, prima dell’ora di gioco, l’Atalanta sistema i conti con le reti di Palomino, Muriel e Ilicic.

Con la serenità ritrovata la Dea si esalta contro un avversario in evidente difficoltà.

Miranchuk sigla il 5-1 finale, facendo tagliare alla squadra il traguardo dei sessanta gol stagionali in campionato.

Tra cinque giorni è in arrivo la sfida alla capolista: a questo incontro gli orobici ci arrivano nel momento migliore.

Le pagelle

Sportiello 7: In un match terminato con una goleada i suoi interventi su Messias rappresentano il segnale di un portiere sempre connesso con la testa sul campo.

Djimsiti 6,5: L’albanese prende una gomitata e si frattura il setto nasale. Chiede comunque di rimanere in campo e ci resta fino alla fine, spizzicando anche la palla che porta al 2-1 di Palomino.

Romero 6: “El Cuti” ha un’amnesia e si dimentica la palla concedendo a Simy la rete del pareggio. Strappa la sufficienza sia perché l’errore poi pesa poco fortunatamente sul punteggio sia perché la quantità di palloni recuperati dall’argentino è notevole (14). (Caldara SV).

Palomino 7: L’Atalanta predilige il gioco sulla corsia sinistra e i suoi piedi sono impegnati nella costruzione e nell’appoggio della manovra. Il numero 6 sudamericano ha il merito di realizzare il 2-1, e a fine gara risulta colui che ha giocato più palloni (97).

Maehle 6: L’ex Genk si intravede meno del previsto nella propulsione sulla destra. Né Reca né Rispoli gli creano particolari disagi.

Freuler 6: Lo svizzero disturba e in qualche modo influenza l’errore di Romero in occasione dell’1-1. È in diffida e per questo cerca in tutti i modi di non far nemmeno balenare in testa all’arbitro l’idea di un cartellino giallo, perciò si contiene nei contrasti. (Pasalic 6).

Pessina 6,5: Quando il numero 32 si posiziona in mediana finisce per essere colui che corre più chilometri di tutti. Il dato di questa singola partita è impressionante: 12,33 km percorsi, uno in più del secondo classificato.

Gosens 7: L’esterno non smette di segnare e l’aspetto più sorprendente è la grande varietà di esecuzione: riesce ad andare in gol di testa, di rapina, in scivolata, al volo. (Ghislandi SV).

Malinovskyi 6: In fase di assistenza ai compagni il “colonnello” trova buoni corridoi come quello su Muriel al 43′. La sua prestazione prosegue sulla falsariga delle scorse uscite tra ottimi strappi e ghiottissime occasioni per andare a segno gettate nell’orto di ortiche. (Miranchuk 6,5: Lo “zar” subentra a risultato già chiuso, sbaglia un gol e poi ne pennella uno con una sciabolata sul primo palo).

Ilicic 7,5: Protagonista nel bene e nel male del match. Lo sloveno scodella la sfera sulla testa di Gosens, serve Muriel subito dopo davanti a Cordaz, va più volte al tiro trovando una rete a giro di ottima fattura e resta in campo per novanta minuti. Le note dolenti risiedono in un paio di retropassaggi scellerati che han mandato in porta Messias.

Muriel 6,5: Durante la prima parte della sfida instaura un duello con Cordaz centrando per due volte il portiere ospite. Delizioso il pallone crossato in area per Malinovskyi al 44′, al 50′ approfitta di uno scivolone di Golemic e batte Cordaz). (Zapata 5,5: Il colombiano ritorna in campo dopo il lieve problema muscolare, Gasperini lo inserisce per dare minuti alla punta considerati anche i suoi tempi di carburazione. Questo è sicuramente positivo, per il resto fornisce l’assist a Miranchuk, ma commette troppi errori nel controllo e nella gestione della palla).

leggi anche
  • Quarto trimestre
    Brembo, Bombassei: “Cina e India crescono a doppia cifra”, dividendo 0,22 euro
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it