Si sente male in stazione, senzatetto 50enne perde la vita - BergamoNews
Bergamo

Si sente male in stazione, senzatetto 50enne perde la vita

Sull'episodio sta indagando il personale della Questura

Un senzatetto 50enne ha perso la vita mercoledì (3 marzo) dopo un malore che l’ha colpito alla stazione ferroviaria di Bergamo.

All’alba, intorno alle 6 e mezza, sono arrivati i soccorritori del 118 che però hanno potuto solo costatare il decesso dell’uomo, che sarebbe originario del Ghana.

Secondo le prime informazioni il 50enne poco prima avrebbe chiesto aiuto a un addetto alle pulizie, poi ha perso i sensi ed è caduto a terra nella sala d’attesa, proprio dove ci sono le vetrate dell’ingresso dei pendolari.

Sull’episodio sta indagando il personale della Questura per ricostruire l’esatta dinamica.

Più informazioni
leggi anche
  • La riflessione
    Senzatetto morto di freddo a 31 anni: solo così ci accorgiamo dei meno fortunati?
    morto clochard
  • Con i city angels
    Viaggio tra i senzatetto di Bergamo: “Dopo il Covid in strada il 30% di persone in più”
    City Angels
  • L'intervista
    Senzatetto e pandemia: “Difficile aiutarli, ma la loro solitudine li ha preservati dai sintomi”
    roberto trussardi lucio rota
  • Biennio 2021 – 2022
    Seriate rinnova la convezione con “Il Rifugio del cane”, dal 1994 accolti 400 randagi
    Generico marzo 2021
  • La tragedia
    Tradito dalla sua amata montagna, Giovanni muore a 56 anni
    Giovanni Senocrate
  • Bergamo
    Prince, clochard morto in stazione: “Ci ha insegnato a sorridere, nonostante tutto”
    City Angels
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it