Sorpreso a rubare da un'auto in sosta, la seconda volta in una settimana: arrestato - BergamoNews
Brignano gera d'adda

Sorpreso a rubare da un’auto in sosta, la seconda volta in una settimana: arrestato

In manette un 28enne senza fissa dimora

È stato sorpreso mentre rubava da un’auto in sosta per la seconda volta in una settimana. È stato arrestato nella notte di lunedì 1 marzo a Brignano Gera d’Adda, nella Bassa, A.G., 28enne tunisino pluripregiudicato, senza fissa dimora e irregolare sul territorio italiano,

Quando i carabinieri di Treviglio, su segnalazione di un residente della zona, sono arrivati in via Treviglio, il 28enne aveva appena rubato da una Fiat Punto, alla quale aveva rotto il finestrino, degli occhiali da sole. L’auto era stata lasciata incustodita nel parcheggio di una ditta del posto, dove citato proprietario si trovava in qualità di operaio, per svolgere il turno di notte.

È stato inutile il tentativo di fuga e la resistenza al controllo da parte del malvivente verso l’equipaggio intervenuto che, dopo averlo sottoposto a perquisizione personale, ha recuperato il maltolto, riconsegnandolo al legittimo proprietario.

Il 28enne era già noto alle forze dell’ordine della Bassa perché appena una settimana prima era stato arrestato in circostanze analoghe. Su di lui vige il divieto di dimora a Bergamo e in tutta la provincia, per questo non avrebbe dovuto essere a Brignano lunedì notte.

leggi anche
  • A bergamo
    Furto di sigarette e Gratta e vinci in edicola: 19enne arrestato dopo inseguimento
  • Lunedì pomeriggio
    Positivo al Covid, girava per le vie Treviglio: denunciato 25enne
  • In tutta italia
    La sua foto sui maxischermi al minuto 13: la Serie A ricorda Davide Astori
  • L'operazione
    Derubava anziani sui bus a Bolzano: 52enne arrestato a Ponte San Pietro
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it