L’app TrevioloSmart si arricchisce di un nuovo pulsante: ora è possibile anche fare segnalazioni - BergamoNews
Il comune informa

L’app TrevioloSmart si arricchisce di un nuovo pulsante: ora è possibile anche fare segnalazioni

Con l’aiuto del cittadino, il territorio sarà maggiormente presidiato e gli interventi più celeri e puntuali

C’è un nuovo, utilissimo tasto nell’app TrevioloSmart, l’applicazione per smartphone del Comune di Treviolo. Ora si potranno anche effettuare segnalazioni e inviare fotografie dei problemi riscontrati che si vogliono portare all’attenzione dell’Amministrazione comunale. In questo modo, con l’aiuto del cittadino, il territorio sarà maggiormente presidiato e gli interventi più celeri e puntuali.

Su TrevioloSmart si possono vedere tutte le news caricate sul sito del Comune: c’è la sezione “Messaggi di emergenza”, utilizzata da sindaco e assessori per le comunicazioni urgenti alla cittadinanza; c’è la sezione amministrativa con nomi e contatti della Giunta comunale, la sezione eventi; i comunicati stampa, la rassegna stampa e il notiziario comunale Trenews; gli annunci commerciali e, da lunedì 1 marzo, è stata inserita anche la possibilità di effettuare direttamente segnalazioni agli uffici.

È un servizio che riteniamo molto utile sia per i cittadini che per gli amministratori – dichiara l’assessore all’Innovazione Martina Locatelli -. Con l’inserimento di questa nuova funzione in TrevioloSmart, andremo a dismettere l’app Onesafe che aveva proprio lo scopo di consentire ai cittadini di effettuare segnalazioni ma che, abbiamo constatato, non era molto utilizzata dai treviolesi. L’app del Comune è invece stata scaricata da tantissime persone, superiamo i 2.500 download. Crediamo quindi che implementando le funzionalità possiamo rendere un servizio sempre migliore e puntuale al territorio e avvicinare ulteriormente i cittadini all’Amministrazione comunale”.

Cliccando sull’apposito tasto, è possibile segnalare guasti o malfunzionamenti degli impianti di illuminazione pubblica; buche o dissesti su strade e marciapiedi; problemi relativi al verde pubblico e al decoro urbano; si possono segnalare atti di vandalismo; problemi a edifici pubblici, alle palestre o ai cimiteri; abbandono di rifiuti o mancato ritiro dei rifiuti; problemi a livello di sicurezza stradale e pubblica, assembramenti; animali smarriti o abbandonati; oggetti smarrititi o abbandonati. Sarà anche possibile comunicare disservizi o inoltrare lamentele relativi ai servizi e agli uffici comunali, che verranno prese in carico direttamente dalla Giunta e dal Segretario Comunale. Tutte le segnalazioni che verranno inoltrate tramite app non saranno pubbliche e rispetteranno pertanto tutti i criteri legati alla privacy a tutela della persona che decide di utilizzare questa funzione. I dati di chi inoltra verranno visualizzati solamente dai dipendenti degli uffici che, se lo riterranno opportuno, potranno contattare direttamente l’autore dell’avviso per avere ulteriori informazioni o per informarlo sulla sua risoluzione.

Per inoltrare in modo corretto la propria segnalazione e per renderla maggiormente identificabile da parte del personale comunale addetto, è necessaria la geolocalizzazione e si possono anche inviare delle fotografie per aiutare nell’identificazione del problema. Gli uffici saranno così in grado di rispondere nel migliore dei modi e nel minor tempo possibile alle richieste dei cittadini.

Le varie categorie di segnalazioni sono state predisposte in un lavoro di team tra l’assessore Locatelli, il comandante della Polizia locale Matteo Copia e il responsabile dell’Ufficio tecnico Simone Pinotti.

ARTICOLO A CURA DEL COMUNE DI TREVIOLO
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it