La festa di Don Bosco al tempo del Covid: tante emozioni per gli alunni dei Salesiani - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Centro Salesiano DON BOSCO

La testimonianza

La festa di Don Bosco al tempo del Covid: tante emozioni per gli alunni dei Salesiani fotogallery

Chiara, allieva del Centro Salesiano "Don Bosco" di Treviglio racconta l'esperienza di questa giornata

Nonostante il periodo difficile che stiamo trascorrendo a causa del prolungarsi della pandemia, i festeggiamenti in onore di San Giovanni Bosco si sono tenuti anche quest’anno.

La scuola salesiana, nei limiti del possibile, si sta prodigando per far respirare ai propri studenti un po’ di normalità e di serenità, ed eliminare un evento tanto sentito da tutti noi sarebbe stato impensabile. Purtroppo non tutti gli alunni hanno avuto la possibilità di trascorrere la giornata in presenza; in particolare il liceo scientifico e l’istituto tecnico hanno seguito gli eventi in programma a distanza. Come ogni anno, sono stati invitati degli ospiti che hanno tenuto per noi vari Workshop, condividendo con noi le loro testimonianze: l’ex allievo Edoardo Sacchi, infermiere presso l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, ci ha parlato della sua esperienza a contatto con i malati di Covid-19; Mattia Carrara, sindaco di Aviatico, ha spiegato cosa significa occupare una posizione come la sua in tempi di pandemia; Eleonora e Mauro Busnelli, una coppia di coniugi, hanno condiviso con noi la loro vicenda toccante, ricordandoci quale sia il valore della vita, indipendentemente da quanto questa possa essere “imperfetta”; Devis Cagnardi, allenatore di basket, ha parlato della sua professione per i più interessati allo sport.

Le testimonianze proposte sono state profonde e ricche di valori che in un anno come questo abbiamo tutti bisogno di ritrovare.

Al termine si è tenuta la merenda in cortile per i ragazzi in presenza, che come sempre è stata un momento in cui condividere insieme gioia e allegria, due sentimenti da cui la mascherina non può proteggerci e che ci tengono uniti nonostante il distanziamento.

Dopo il momento dedicato alla merenda, si è tenuta la Santa Messa, durante la quale il Direttore, don Massimo Massironi, ha incentrato la sua predica sul tema dell’amicizia, paragonandola ad una ricetta costituita da più ingredienti fondamentali che devono coesistere affinché si possa instaurare un legame forte. Le sue parole hanno raggiunto il cuore di tutti gli studenti, compresi quelli collegati in streaming, poiché hanno ricordato quanto sia importante avere al proprio fianco un amico, soprattutto di fronte alle avversità che si presentano nella vita.

La parte più coinvolgente è stata sicuramente cantare al termine della celebrazione “Giù dai colli”, momento in cui tutti gli alunni avvertono un senso di appartenenza alla scuola salesiana che li accomuna. La giornata si è conclusa con il saluto alle quinte, che non hanno avuto l’opportunità di trascorrere l’ultima Festa di Don Bosco in condizioni ottimali, ma di cui conserveranno il ricordo nel cuore insieme a tutte le precedenti.

Chiara

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it