Bergamo, in via Coghetti la nuova sede della Protezione Civile a 3 piani - BergamoNews
L'inaugurazione

Bergamo, in via Coghetti la nuova sede della Protezione Civile a 3 piani fotogallery

Martedì il taglio del nastro col sindaco Gori, l’assessore Brembilla, il vicesindaco Gandi e la comandante della Locale Messina: sul piazzale i volontari, fondamentali nei mesi più caldi della pandemia

Ci è voluto più del previsto (tra il covid 19 e i problemi con l’impresa prima aggiudicataria dei lavori), ma da oggi la Protezione Civile del Comune di Bergamo ha una nuova sede, in via Coghetti, accanto al Comando di Polizia Locale della città.

Il taglio del nastro della struttura, completata solo poche ore fa e ancora in attesa di essere arredata nei prossimi giorni, è avvenuto nella mattinata di martedì (2 marzo), alla presenza del sindaco Giorgio Gori, dell’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla, del vicesindaco Sergio Gandi e della comandante della Polizia Locale Gabriella Messina: sul piazzale tutti i volontari della Protezione Civile cittadina, da tempo in attesa della struttura.

Quella precedente non era ormai più adeguata alle esigenze del corpo bergamasco, con seri problemi di sicurezza dell’edificio, soprattutto nella parte dei magazzini, e gravi carenze per quel che riguarda l’apparato antincendio e l’impiantistica. Era stata infatti dichiarata inagibile e la sede della Protezione Civile era stata spostata in via provvisoria in via delle Canovine.

I lavori, un intervento da poco più di un milione di euro, hanno consentito la realizzazione di un immobile che si sviluppa su tre livelli per un totale 445 metri quadri, con un piano interrato, destinato alla funzione di autorimessa con 18 posti auto, e due piani in superficie (piano terra e primo piano).

Al piano terra ci saranno gli spogliatoi, i depositi degli utensili, l’officina e una sala d’attesa. Al primo piano il cuore operativo dell’ente, con gli uffici, lo spazio riunioni, le sale per i volontari, la cucina e sala da pranzo.

Ai volontari il sindaco Gori ha consegnato un attestato di stima e di ringraziamento, a sottolineare il grande impegno della Protezione Civile nel fronteggiare la prima fase dell’emergenza covid: non si sono mai fermati nonostante il rischio di contagio e hanno supportato cittadinanza e amministrazione comunale lungo tutto il periodo della pandemia, consegnando mascherine, presidiando e organizzando la campagna di test sierologici della scorsa estate e molto altro ancora.

leggi anche
  • La decisione
    Villa d’Ogna, con il Serio in piena la protezione civile chiude la pista ciclabile
  • In aeroporto
    Orio, 85mila mascherine requisite in dogana e consegnate alla protezione civile
  • L'iniziativa
    “Berghem mola mia”: la pizza che “costa” una donazione alla protezione civile
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it