Al via Sanremo, tra gli ospiti Diodato e Loredana Berté: la tv del 2 marzo - BergamoNews
I programmi

Al via Sanremo, tra gli ospiti Diodato e Loredana Berté: la tv del 2 marzo

Ecco il palinsesto delle reti televisive per la prima serata di martedì 2 marzo

Prende il via la nuova edizione del “Festival di Sanremo” condotta da Amadeus. La prima serata della storica kermesse dedicata alla canzone italiana andrà in onda martedì 2 marzo alle 20.30, in prima serata, su RaiUno.
Accanto ad Amadeus ci sarà Fiorello a fare da spalla e da traino; ospiti fissi Achille Lauro e Ibrahimovic; e stasera ci sarà Matilda De Angelis nel ruolo di co-conduttrice.
Sul palco anche l’infermiera Alessia Bonari, divenuta un simbolo della lotta al Coronavirus con i suoi selfie. Presente anche la Banda della Polizia di Stato con Stefano Di Battista e Olga Karanova.

Ecco i nomi dei cantanti Big in gara al Festival di Sanremo 2021 nel cast di concorrenti
Francesco Renga – Quando trovo te
Coma_Cose – Fiamme negli occhi
Gaia – Cuore Amaro
Irama – La genesi del tuo colore
Fulminacci – Santa Marinella
Madame– Voce
Willie Peyote – Mai dire mai (La locura)
Orietta Berti – Quando ti sei innamorato
Ermal Meta – Un milione di cose da dirti
Fasma – Parlami
Arisa – Potevi fare di più
Giò Evan – Arnica
Maneskin – Zitti e basta
Malika Ayane – Ti piaci così
Aiello – Ora
Max Gazzè e Trifluoperazina – Il farmacista
Ghemon – Momento perfetto
La rappresentante di lista – Amare
Noemi – Glicine
Random – Torno a te
Colapesce e Dimartino – Musica leggerissima
Annalisa – Dieci
Bugo – E invece sì
Lo Stato Sociale – Combat Pop
Extraliscio feat Davide Toffolo – ‘Bianca luce nera’
Fedez e Francesca Michielin – Chiamami per nome

Ecco invece i vincitori di Sanremo Giovani, che partecipano nella sezione Nuove proposte
Elena Faggi – “Che ne so”
Fratelli Dellai – “Io sono Luca”
Gaudiano – “Polvere da sparo”
Folcast – “Scopriti”
Greta Zuccoli – “Ogni cosa sa di te”
Davide Shorty – “Regina”
Wrongonyou – “Lezioni di volo”
Avincola – “Goal!”

La serata di oggi sarà dedicata, come di consueto, all’ascolto di 13 dei 26 brani in gara che verranno votati dalla giuria demoscopica. Per la Sezione Nuove Proposte, esibizione di 4 canzoni dei Giovani in gara: votano Giuria Demoscopica, Sala Stampa e pubblico tramite Televoto (con peso del 34%). Le prime 2 canzoni classificate accedono alla finale nella Quarta serata (venerdì 5 marzo) le altre 2 sono eliminate, senza ripescaggio.
Gli ospiti annunciati sono Diodato (che apre la serata con Fai Rumore, vincitrice della scorsa edizione) e Loredana Bertè,

Canale5 alle 21.45 proporrà la visione del film “La vita è una cosa meravigliosa”, diretto da Carlo Verdone, con protagonisti Gigi Proietti, Nancy Brilli, Vincenzo Salemme, Enrico Brignano, Luisa Ranieri.
Quattro storie che si intrecciano e, strada facendo, si uniscono. A fare da collante è la vicenda di Cesare (Enrico Brignano), un poliziotto che si occupa di intercettazioni e che è perennemente intento a spiare le vite degli altri. Per esempio quella di Antonio (Vincenzo Salemme), presidente di un importante gruppo bancario, al quale i politici chiedono con insistenza fondi neri per finanziare i loro impicci. Tra i personaggi in vista che Antonio foraggia c’è il proprietario di una clinica dove lavora Claudio (Gigi Proietti), un chirurgo sposato con Elena (Nancy Brilli), il quale finirà anche lui indirettamente travolto dall’indagine. Coinvolti dall’inchiesta saranno anche Vanessa (Virginie Marsan), la figlia di Antonio, insieme a Marco (Emanuele Bosi), un giovane elettricista. Così come Laura (Luisa Ranieri), una massaggiatrice che si innamora di Cesare senza sapere che fa il poliziotto.

Spazio all’attualità e alla politica su RaiTre, Rete4 e La7. Sulla terza rete della tv pubblica alle 21.20 ci sarà “#cartabianca” condotto da Bianca Berlinguer; su Rete4 alle 21.25 “Sempre più fuori dal coro”, condotto da Mario Giordano; e su La7 alle 21.15 “diMartedì”, condotto a Giovanni Floris.

Italia1 alle 21.15 trasmetterà uno speciale de “Le Iene” dal titolo “Un anno di Covid”. Un comunicato Mediaset specifica che la trasmissione “si apre con le immagini girate all’interno dell’area Covid della Fondazione Poliambulanza di Brescia, una delle più grandi efficienze sanitarie presenti sul nostro territorio. Una puntata interamente dedicata alla Sanità del nostro Paese dove, in tre ore di trasmissione, si analizza cosa potrebbe aver funzionato e cosa no, di quello che è successo e di come è stato affrontato in quello che è stato indubbiamente un anno pieno di sofferenza. L’inviato Gaetano Pecoraro, nello speciale di Riccardo Festinese, lo racconta così: “È il tentativo di tracciare una prima riga. Di congelare tutti i fatti mettendoli in fila, dall’inizio di questo anno terribile, e capire, attraverso la nostra interpretazione, di più su tutto quello che è successo. Lo speciale è diviso in due parti: nella prima un racconto che va dal giorno 1 in cui si sono registrati i primi casi di Coronavirus in Cina, a Whuan e nella seconda si cercherà di capire cosa non ha funzionato, facendo un affresco del nostro sistema sanitario”. Spazio inoltre a interviste, racconti e immagini che ripercorrono tutti i momenti in cui, un essere miscroscopico, – 20 volte più piccolo di un batterio, conosciuto per la malattia che provoca, Covid-19 – ha sconvolto il mondo dal punto di vista sociale, economico e anche psicologico. Infine le inchieste che raccontano di un sistema sanitario pieno di contraddizioni – realizzate dalla trasmissione di Italia1 negli ultimi due anni – che hanno preso il nome “Ospedali da incubo”, quando hanno raccontato le inefficienze ospedaliere e, “Ospedali da sogno”, quando, al contrario, hanno messo in luce le eccellenze presenti sul nostro territorio, osservate prima che arrivasse la prima ondata di Coronavirus. Dal dottor Nazario Di Cicco che ha vinto la sua lunga battaglia legale dopo aver deciso di denunciare la malasanità degli ospedali di Caserta per cui è stato dapprima demansionato, poi licenziato e infine reintegrato, alle storie di ricercatori straordinari, come quella del dottor Franco Locatelli che opera al Bambin Gesù di Roma. La sua tecnica sperimentale “CartT” utilizza le cellule del sistema immunitario dei bambini affetti da leucemia manipolandole geneticamente per renderle capaci di riconoscere e attaccare il tumore. E ancora, la Fondazione Poliambulanza di Brescia, uno degli ospedali più digitalizzati del territorio. Lì medici e personale sanitario utilizzano l’applicazione “UpToDate”, una sorta di enciclopedia online della medicina che permette di confrontarsi con luminari di tutto il mondo, e la cartella elettronica che permette di consultare in pochi secondi tutte le informazioni cliniche del paziente. L’utilizzo di questa tecnologia è in grado anche di segnalare eventuali errori nella prescrizione dei medicinali. In questo ospedale tutto è computerizzato, anche il magazzino di scorte dei medicinali che li traccia mettendoli in ordine di scadenza per evitare gli sprechi. Si parlerà anche del Rizzoli di Bologna: un’eccellenza pubblica del nostro sistema sanitario nazionale nel campo dell’ortopedia in cui opera il dottor Alessandro Gasbarrini che, utilizzando una stampante 3D, è capace di ricreare in carbonio le ossa della colonna vertebrale, dopo averle rimosse e studiate. Purtroppo in Italia non mancano le strutture “da Incubo”, che lo speciale descrive, come alcuni ospedali della provincia di Bari, prima ristrutturati e poi riconvertiti in ambulatori, tra macchinari nuovissimi mai utilizzati e “controllori” con precedenti penali. L’ultima parte di “Un anno di Covid” sarà dedicata alla relazione tra la malavita organizzata e la sanità anche dal punto di vista finanziario che Gaetano Pecoraro racconta attraverso alcuni esempi”.

Per chi preferisse vedere un film, su RaiDue alle 21.20 c’è “Il tuo ex non muore mai”; su Rai4 alle 21.20 “La sottile linea rossa”; su Rai5 alle 21.15 “The Lady in the Van”; su Iris alle 21.10 il film “Un uomo chiamato Charro” e su Italia2 alle 21.15 “Scuola di polizia 7 – Missione a Mosca”.

Da segnalare, infine, su La7D alle 21.30 la serie “Perception”; su La5 alle 21.10 la replica del Grande Fratello Vip” e su Mediaset Extra alle 21.15 la replica de “La pupa e il secchione e viceversa”.

 

Questi sono i programmi previsti per stasera salvo variazioni dell’ultimo momento apportate dalle reti televisive.

Foto da Ufficio Stampa Rai

leggi anche
  • Nella notte
    Incendio in un capannone industriale a Ponte San Pietro
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it