Orio, accesso più agevole allo scalo col nuovo varco doganale - BergamoNews
La novità

Orio, accesso più agevole allo scalo col nuovo varco doganale

Sarà adibito unicamente ad accesso di emergenza all’area sterile del sedime aeroportuale, con soluzioni tecnologiche e di sicurezza rispondenti ai migliori standard internazionali.

All’aeroporto di Milano Bergamo è attivo da lunedì 1 marzo il nuovo varco 1 doganale, pedonale e carraio, collocato nell’area sud-est del sedime aeroportuale nell’ultimo tratto della via Orio al Serio, in Comune di Grassobbio, dove ha sede la palazzina degli uffici direzionali Sacbo.

Il varco doganale, precedentemente situato nella zona compresa tra l’aerostazione e la torre di controllo, sarà adibito unicamente ad accesso di emergenza all’area sterile del sedime aeroportuale.

Il nuovo varco doganale si pone all’avanguardia nel panorama aeroportuale italiano, grazie a livelli di sicurezza elevatissimi, connessi all’impiego di apparecchiature di Security certificate dai massimi organismi internazionali, che garantiscono il sistema di controllo degli accessi.

Il nuovo varco doganale comprende l’edificio che ospita l’Ufficio Gestione Ingressi, la nuova Control Room di sorveglianza del gestore aeroportuale e il centro operativo delle emergenze, con soluzioni tecnologiche rispondenti ai migliori standard internazionali.

L’apertura del nuovo varco doganale consente di trasferire flussi veicolari non legati al movimento passeggeri e di conseguenza agevolare l’accesso dell’utenza all’aerostazione.

leggi anche
  • Analisi dati inps
    Le pensioni crescono anche con il Covid: aumentano di 26 euro in un anno
  • I dati
    Covid, i nuovi positivi sono 2.135 in Lombardia: a Bergamo 275
  • Consercenti
    Terzi: “Commercianti senza ristori da oltre 60 giorni, ripresa al palo”
  • Quarto trimestre 2020
    Commercio non alimentare: annus horribilis con perdite superiori al 15%
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it