Varianti Covid, studio matematico annuncia: Bergamo tra le realtà più a rischio - BergamoNews
Con brescia e monza

Varianti Covid, studio matematico annuncia: Bergamo tra le realtà più a rischio

Il dato emerge da un'elaborazione matematica: la mappa del virus in Italia è stata elaborata dall’ingegner Alberto Gerli, laureato a Padova e specializzato in Texas

Bergamo è tra le province maggiormente a rischio di diffusione delle nuove varianti Covid. È quanto emerge da un’elaborazione matematica su base statistica finalizzata a calcolare come si muoveranno le nuove versioni del Coronavirus.

La mappa del virus in Italia, pubblicata sul Corriere della sera, è stata elaborata dall’ingegner Alberto Gerli, laureato a Padova e specializzato in Texas. Secondo questo modello sono tre in particolare le località dove le mutazioni del virus sono già nella fase “primaria” e tre quelle in cui sono già “entrate”, è in fase di crescita ma non si sa quanto e come si sia diffuso e, soprattutto, quando potrebbe esplodere. Nel primo caso i territori interessati si trovano tutti in Lombardia e sono Brescia, Bergamo, Monza, mentre rientrano nel secondo caso Milano, Varese e Cremona.

Le varianti Covid non sono penetrate solo in Lombardia: sono arrivate e potrebbero diffondersi in modo più o meno grave anche in altre regioni. Più precisamente, al centro dell’attenzione ci sono quattro province in Emilia-Romagna, cinque in Toscana, due in Basilicata, una nel Lazio, Marche, Abruzzo e Calabria.

Più informazioni
leggi anche
  • L'intervista
    Nuove varianti Covid, Roberta Villa: “Contagiano di più, giusti lockdown locali”
  • L'andamento del virus
    Le varianti Covid in Lombardia mettono a rischio la zona gialla
  • Ats
    “Varianti Covid, 25 casi in Bergamasca”. E nelle scuole 50 classi in quarantena
  • Il direttore sanitario
    Ospedale di Bergamo, crescono i contagi: “Situazione, per ora, sotto controllo”
  • Al papa giovanni
    Poste Italiane consegna a Bergamo 5.700 dosi di vaccino AstraZeneca
  • Il sindacato
    Contagi Covid, cresce la preoccupazione del personale della scuola
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it