I dati della cabina di regia: la Lombardia rischia la zona arancione - BergamoNews
Con rt a 0,82

I dati della cabina di regia: la Lombardia rischia la zona arancione

Oggi, venerdì, la bozza del nuovo Dpcm sarà consegnata ai presidenti delle Regioni per essere messa a punto entro lunedì

In base al monitoraggio della Cabina di Regia la Lombardia, insieme a Piemonte e Marche diventeranno arancioni. Non è l’Rt a farle spostare di zona, perché resta sotto 1 (precisamente 0,99, cioè la media dei due intervalli 0,93 e 1,03), ma il rischio, per tutte e tre è molto elevato.

La Lombardia, infatti, ha un Rt pari a 0,82, ma un rischio alto che la sta spingendo verso restrizioni più severe. 

La Basilicata invece ha dati da rosso. Poi c’è il Molise che avrebbe chiesto di essere inserito nella zona con le massime restrizioni. La Liguria invece con due settimane consecutive di dati da giallo dovrebbe lasciare l’arancione e rientrare in quel colore.

Preoccupa l’andamento della curva, ragion per cui la bozza del nuovo Dpcm che sarà consegnata oggi (venerdì) ai presidenti delle Regioni per essere messa a punto entro lunedì, non porterà ad alcuna riapertura. Su questo i ministri della Salute Roberto Speranza e degli Affari Regionali Mariastella Gelmini sono stati espliciti. Se ne riparlerà a partire dal 6 aprile, dopo le vacanze pasquali.

Unica eccezione potrebbe riguardare i cinema e teatri, che oggi dovrebbero avere il via libera dal Cts per la riapertura delle sale il 27 marzo, ma solo se la curva sarà davvero in discesa.

Più informazioni
leggi anche
  • Negli 8 paesi
    Piazze vuote, lungolago deserto, controlli: il basso Sebino “arancione” si rassegna
  • Covid 19
    Università di Bergamo: “Studenti residenti in zona arancione seguano la Dad”
  • Ecco quali
    Stretta Covid della Regione: otto comuni bergamaschi diventano zona arancione
  • Coronavirus
    La Lombardia in bilico: settimana prossima sarà zona gialla o arancione?
  • I dati di venerdì 26 febbraio
    Covid, Lombardia in zona arancione da lunedì: a Bergamo altri 358 casi, 918 a Brescia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it