Quantcast
L'arbitro e Mendy puniscono l'Atalanta, ma l'ottavo di finale si decide a Madrid - BergamoNews
Champions league

L’arbitro e Mendy puniscono l’Atalanta, ma l’ottavo di finale si decide a Madrid

Nerazzurri sconfitti 1-0 dai Blancos, puniti da un gran gol del terzino francese all'86': il 16 marzo il match di ritorno nella capitale spagnola

Termina 0-1 la gara di andata tra Atalanta e Real Madrid valevole per gli ottavi di finale di Champions League.

L’emozione per la sfida più attesa della storia orobica contro i Galacticos viene spezzata al 17′ quando Freuler ferma in modo irregolare Mendy. L’arbitro Stieler valuta la dinamica come chiara occasione da rete ed espelle lo svizzero dell’incredulità generale (i moviolisti confermeranno praticamente all’unanimità la mano troppo pesante del direttore di gara).

Il match cambia completamente volto, la gara preparata vien stavolta e la Dea deve quindi riconvertirsi in un atteggiamento tattico non consono alle proprie logiche.

Per i nerazzurri iniziano ottanta minuti di sofferenza, ma lo spirito di abnegazione aiuta a reggere e non subire un’imbarcata che possa compromettere già la qualificazione.

Nonostante superi la linea metà campo in pochissime circostanze, la squadra raccolta a protezione dell’area non risulta mai in affanno e in balia degli eventi anche grazie ad un’ottima prova dei tre difensori.

Il fortino crolla all’86’ quando il destro di Mendy trafigge dalla distanza Gollini.

Un gol che pesa per il fattore trasferta, ma un risultato che, considerata la lunga inferiorità numerica, tiene ancora viva qualche speranza in vista della gara di ritorno in programma il 16 marzo nella capitale spagnola.

Le pagelle

Gollini 7: A cavallo delle due frazioni di gioco il portiere emiliano compie due ottimi interventi sul colpo di testa di Asensio e la punizione sibillina di Kroos.

Toloi 7: Il capitano non bada alle gentilezze e blocca Vinicius senza mezzi termini ricorrendo anche al fallo. L’anticipo sull’attaccante al 53′ è da incorniciare.

Romero 7: Su Isco l’argentino non è impeccabile, ma tiene botta. Annulla praticamente invece il subentrato Mariano Diaz.

Djimsiti 7: Sul tramonto della prima frazione pizzica in corner una conclusione a botta sicura di Vinicius. Se Asencio non verrà ricordato di certo come uno degli eroi di questa serata, è anche merito del lavoro dell’albanese.

Maehle 7: Nella corsia di sua competenza contiene con buon’efficacia gli attacchi sulla destra. Nella prima parte di gara colpisce male la palla a seguito buon suggerimento di Gosens, mentre nella ripresa devia in maniera decisiva il tiro di Modric piazzato sul secondo palo e chiude in corner l’ingresso laterale di Mendy (Palomino SV).

De Roon 7: Senza il compagno Freuler per gran parte del match, insieme agli altri centrocampisti deve correre il doppio mettendo in moto una quantità di energie incredibili.

Freuler 6: Prova ovviamente segnata dell’espulsione per l’intervento ritenuto da ultimo uomo su Mendy. Un cartellino che non ha pesato solo sugli 80 minuti successivi, ma anche sul match di ritorno.

Gosens 7,5: Da un traversone del teutonico nasce una possibilità di tiro per Maehle. Nella ripresa vince ogni duello aereo cercando di far risalire i compagni. Al 57′ mette il corpo e salva il tap-in di Vinicius.

Pessina 7,5: Il numero 32 corre per sei e si fa in quattro per contrastare il centrocampo di assoluto livello dei Galacticos.

Muriel 6,5: L’inizio è molto promettente. Quando l’inferiorità numerica piomba sulla Dea cerca di garantire la propria profondità. Al 40′ con un tiro dal limite dell’area è protagonista dell’unica vera occasione in casa Atalanta. (Ilicic 4,5: Non sarebbe la partita ideale per entrare e fare la differenza, ma Gasperini decide di buttarlo nella mischia. La scelta non ripaga con lo sloveno che trattiene pochi palloni. Viene a sua volta sostituito e al suo posto entra Malinovskyi: SV).

Zapata 6,5: Dura mezz’ora esatta il match del colombiano il quale svaria sul fronte offensivo. Procura l’ammonizione di Casemiro che salterà la sfida di ritorno a Madrid. (Pasalic 6,5: Inserito per tamponare la perdita di Freuler e rimpolpare il centrocampo, il croato prova in molte circostanze a spezzare la manovra ospite ma fatica nella gestione successiva della palla).

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Gori Atalanta assembramenti
La reazione
Assembramenti pre partita, Gori: “Déjà-vù di Atalanta-Valencia. Spero nelle sanzioni”
Gasperini
Il mister
Gasp avverte la Samp: “Il ko col Real? Ci darà ancora più carica per Genova”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI