Caravaggio, oltre 200 alberi per ricordare le vittime del Covid - BergamoNews
“fronde di memoria”

Caravaggio, oltre 200 alberi per ricordare le vittime del Covid fotogallery

“La memoria deve avere radici profonde e salde per non cedere il passo all'oblio con il trascorrere inarrestabile del tempo" spiega il sindaco Claudio Bolandrini.

È iniziata nei giorni scorsi a Caravaggio la piantumazione del memoriale “Fronde di memoria” a ricordo dei cittadini vittime del Covid. In prima linea a seguire i lavori di messa a dimora degli alberi c’è il sindaco Claudio Bolandrini.

“Saranno poco più di 200 gli alberi che ricorderanno vicino il Cimitero, nelle vie Serenissima, De Amicis e Marie Curie le persone care che ci hanno lasciato lo scorso anno – spiega il primo cittadino -. Il numero è simbolico perché non abbiamo certezza di quanti dei 228 decessi registrati nel 2020 siano riconducibili al Covid, dal momento che non per tutti e solo tardivamente vi è stata la disponibilità di tamponi”.

Non un monumento, ma filari di carpini, querce, ippocastani, peri e altre essenze per celebrare la vita con la vita.

“La memoria deve avere radici profonde e salde per non cedere il passo all’oblio con il trascorrere inarrestabile del tempo – prosegue Bolandrini -. Saranno fronde di memoria che custodiranno con il passare delle stagioni il ricordo della tragedia che ha colpito la nostra comunità, fonde di speranza che il virus sia finalmente e definitivamente vinto dalla scienza. Mi piace, e mi aiuta, pensare che la brezza che accarezzerà le fonde sia la carezza con la quale avremmo voluto salutare i nostri cari ma che il virus ci ha impedito di dare loro come ultimo saluto”.

Il costo complessivo di questa operazione è di circa 75mila euro a carico della ditta che ha vinto la gara la manutenzione e l’irrigazione per i primi due anni dalla piantumazione, quelli più critici, e la sostituzione di pianta qualora fosse necessaria perché non dovesse attecchire.

Un progetto verde che guarda anche alla sostenibilità. “L’acqua per l’irrigazione degli alberi verrà prelevata dal pozzo che si trova nel piano di lottizzazione Loveri, alimentato da pannelli solari, quindi tutto ecosostenibile – dichiara il sindaco -. Altre due iniziative ricorderanno i nostri cittadini: l’esecuzione del Requiem di Mozart e una pubblicazione a cura dell’assessore Federica Banfi, del professor Francesco Tadini e Gianni Testa dal titolo “Immagini della memoria – storia, monumenti, architetture e simboli nel cimitero di Caravaggio”.

Un volume realizzato grazie al patrocinio e al contributo della Città di Caravaggio e corredato dalle fotografie del Circolo fotografico Il Caravaggio.

leggi anche
  • Il sondaggio
    I giovani di Bergamo e l’anno di Covid: “Ci ha portato via libertà e istruzione”
  • I dati di mercoledì 24 febbraio
    Covid: altri 207 positivi a Bergamo, 901 a Brescia
  • Il cordone sanitario
    Vaccini anti-Covid, campagna straordinaria in 15 paesi bergamaschi: ecco quali
  • L'annuncio
    In Commissione Sanità: “Solo 9 operatori lombardi positivi al Covid post vaccino”
  • Mercoledì 24 febbraio
    Dai vaccini anti-Covid ai bonus per l’edilizia: il notiziario Cisl
  • Ats bergamo
    Covid e varianti a scuola, come comportarsi? Le risposte ai dubbi dei genitori
  • Corte costituzionale
    Calderoli, “La Consulta: Conte responsabile per mancata zona rossa in Val Seriana”
  • Il dibatto
    Vaccinazioni in fabbrica? Anche a Bergamo Confindustria le propone; dai sindacati un sì, con riserva
  • La lettera
    “Longuelo, quella pista ciclabile che crea code e smog”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it