Bergamo, agenti in borghese per vigilare sull'uso del cellullare alla guida - BergamoNews
Dal 25 febbraio

Bergamo, agenti in borghese per vigilare sull’uso del cellullare alla guida

"Vogliamo comunicarlo con anticipo perché non abbia un fine repressivo, ma educativo": ha spiegato l'assessore alla sicurezza Sergio Gandi

Un servizio di prevenzione sul tema della sicurezza stradale, in programma a partire da giovedì 25 febbraio.

La Polizia Locale sarà sulle strade della città di Bergamo con un’auto “civetta” (cioè priva di qualsiasi contrassegno di riconoscimento) e agenti in borghese per svolgere controlli mirati sull’utilizzo del telefono cellulare da parte degli automobilisti mentre sono alla guida.

“Si tratta di un progetto a cui teniamo molto per implementare un corretto utilizzo dei telefoni alla guida, una delle principali cause di incidenti. Nato dopo le richieste di numerosi cittadini, domani (25 febbraio) partiamo”, dichiara l’assessore alla sicurezza e vicesindaco Sergio Gandi.

“Ci saranno solo agenti in borghese e, ovviamente, chi verrà trovato ad utilizzare il cellullare alla guida verrà sanzionato. Ma lo scopo della giornata e il motivo per cui decidiamo di comunicare con anticipo che ci saranno questi controlli è che l’intento non è repressivo, ma educativo. Vogliamo che si sappia che da parte della polizia locale c’è la volontà di vigilare su questo aspetto della sicurezza stradale troppo spesso sottovalutato. Non sarà, quindi, un unicum, ma cercheremo di riproporlo tutte le volte che potremo”, ha spiegato Gandi.

L’uso del cellulare mentre si è al volante è una delle principali cause di incidenti (secondo alcuni studi l’uso improprio è in aumento e, (dati 2020) il 55% degli italiani viola le regole sull’utilizzo dei dispositivi mobili mentre è alla guida) e il Comune di Bergamo ha deciso per questo motivo di intensificare i controlli, con un servizio dedicato che sarà replicato nelle prossime settimane.

leggi anche
  • I controlli
    Bergamo, spaccio agli studenti: Polizia in stazione, 3 persone in Questura
  • Bergamo
    La Polizia locale nei quartieri con l’unità mobile: “Si parte da Boccaleone”
  • Protocollo zeus
    Cyberbullismo, il nuovo piano della polizia di Bergamo per fermarlo
  • Il bilancio del 2020
    Polizia locale: 473 multe su 150mila controlli Covid: “Da febbraio unità mobili di quartiere”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it