Tavernola, preoccupazione per frana in movimento: strade chiuse e cementificio evacuato - BergamoNews
Fenomeno grave

Tavernola, preoccupazione per frana in movimento: strade chiuse e cementificio evacuato

Parzanica isolata. Il sindaco di Tavernola Pezzotti: chiuse la Bretella per Cambianica, la strada provinciale 78 in località Squadre e la litoranea 469, allo scopo di salvaguardare l'incolumità pubblica.

Strade chiude e cementificio evacuato a Tavernola da martedì pomeriggio. Il sindaco  Joris Pezzotti, ha inviato un messaggio alla popolazione.

“A causa del movimento franoso, in atto sul versante del monte Saresano – spiega il primo cittadino – la Bretella per Cambianica è stata chiusa al transito , come pure la strada provinciale 78 in località Squadre e la litoranea 469, allo scopo di salvaguardare l’incolumità pubblica. Il fenomeno è grave e crea preoccupazione a tal punto che è stato evacuato lo stabilimento e sospesa la produzione, con il fermo del forno e l’attività nella cava Ca Bianca”.

Allertati e coinvolti tutti gli enti superiori, come pure la Protezione Civile locale, provinciale e regionale. “La quantità del materiale in movimento è stimata in diverse centinaia di migliaia di metri cubi, il fenomeno oltre che dalla strumentazione di rilevamento si è manifestato con evidenti spaccature in vari punti del versante del monte Saresano”.  Si tratta del versante dell’ex miniera Ognoli a monte della bretella riaperta il 13 aprile 2019 dopo che era stata chiusa 9 anni per una frana di settemila metri cubi.

Il sindaco comunica inoltre che “anche la piazzola ecologica rimarrà chiusa fino a data da definirsi. Sarà mia cura informarvi sull’evolversi della situazione”.

In sostanza dunque, in attesa del sopralluogo dei tecnici previsto per mercoledì il Cementificio ItalSacci e i Comuni di Tavernola, Parzanica e Vigolo dalle 18 di martedì sono in stato d’allarme per via del fronte franoso che si estende da Est a Ovest e verso l’alto fino alla località Squadre. Qui è stato instalato dal cementificio, insieme alla Regione Lombardia, un sofisticato sistema di monitoraggio attraverso dei sensori, che è in grado di rilevare ogni minimo movimento.

Intanto i residenti nella zona segnalano: “Attenzione! Se qualcuno è fuori Tavernola e sta viaggiando in direzione Sarnico stia attento perché hanno chiuso la strada a Portirone dove c’è la falegnameria. Attenzione, è quasi completamente al buio”.

leggi anche
  • Riva di solto
    Frana minaccia la Rivierasca Sebina: dalla Regione 250mila euro per il ripristino
  • Il servizio sostitutivo
    Frana lungo la Sebina: aumentano i collegamenti via lago tra Tavernola e Lovere
  • Lunedì
    Riva di Solto, frana da 200 metri cubi: chiusa la provinciale Sebina
  • La preoccupazione
    Rischio frana a Tavernola, l’appello: non cercate di passare lungo le strade chiuse
  • Paura e preoccupazione
    Basso Sebino e Montisola: frana, livello di attenzione ma ci si prepara all’emergenza
  • Martedì mattina
    Parzanica isolata per la frana: elicottero porterà i vaccini ai residenti
  • Il geologo casagli
    Frana di Tavernola, l’esperto dopo il sopralluogo: “Situazione sotto controllo”
  • I fondi
    Tavernola, 250mila euro per gli interventi anti-frana: “C’è cauto ottimismo”
  • Il punto
    Tavernola, provata la sirena dal campanile per l’eventuale evacuazione: ma è debole
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it