Albano, trovata una telecamera nel bagno delle maestre - BergamoNews
Il caso

Albano, trovata una telecamera nel bagno delle maestre

Il sindaco Maurizio Donisi insegna in quella scuola e adesso è in malattia

Il suono della campanella segna il cambio dell’ora alla scuola primaria di Albano Sant’Alessandro, in via Dante Alighieri 13.

Una maestra approfitta dell’intervallo e va in bagno ed è qui che scopre qualcosa di strano nel contenitore della carta igienica: si tratta di una piccola telecamera.

Non un incidente da poco. La maestra fa denuncia ai carabinieri che arrivano a scuola a porte chiuse e passano al setaccio le aule e altri bagni. Una certezza: nei bagni degli alunni non sono state trovate telecamere. Ma resta quell’occhio elettronico posizionato in un luogo molto riservato che fa aprire un fascicolo contro ignoti alla Procura della Repubblica di Bergamo.

In paese la voce si sparge. Anche perché nello stesso plesso scolastico insegna il sindaco Maurizio Donisi, 52 anni. Un uomo che ha trascorso praticamente tutta la vita a scuola. Donisi, originario di Ceppaloni, in provincia di Benevento, aveva 4 anni quando si trasferì ad Albano Sant’Alessandro perché il padre aveva trovato lavoro come bidello della palestra alle scuole medie di Albano. Attualmente è insegnante di ruolo proprio alla scuola primaria di Albano Sant’Alessandro, ma non ha potuto rispondere alle nostre richieste perché risulta in malattia per 15 giorni.

Intanto dal municipio fanno sapere di non aver ricevuto nessuna richiesta dalla Procura della Repubblica: l’ente coinvolto è l’istituto comprensivo di Albano Sant’Alessandro e Torre de’ Roveri.

leggi anche
  • Trasferito da seriate
    Diciassettenne di Albano in terapia intensiva a Milano, “positivo al Covid”
  • Gli esiti
    Sollievo ad Albano, tutti negativi i contatti stretti del 17enne ricoverato
  • Dai carabinieri
    Albano, aggredisce un giovane per portargli via il motorino: arrestato
  • Dopo lo scandalo
    Albano, solo la vice resta col sindaco: si dimettono i consiglieri di maggioranza
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it