BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ciclismo, Norma Gimondi è la nuova vice-presidente della Federazione Italiana

Candidata alla presidenza dell'organo nel 2016, la figlia del campione di Sedrina ricoprirà la carica insieme a Carmine Acquasanta e Ruggero Cazzaniga.

Cambio al vertice sorprendente per la Federazione Ciclistica Italiana.

L’Assemblea Elettiva Ordinaria Nazionale svoltasi all’Hotel Hilton Rome Airport di Fiumicino ha infatti segnato il successo di Cordiano Dagnoni, chiamato a succedere Renato Di Rocco dopo sedici anni di presidenza.

Presidente del Comitato Regionale Lombardo dal 2017 al 2020, il 56enne di Rodano ha superato al ballottaggio il campione olimpico Silvio Martinello, totalizzando 128 voti (55,6 %) contro i 96 dell’ex pistard veneto.

“Adesso inizia il lavoro vero. Il primo obiettivo è quello di ricompattare il movimento e voglio farlo con il contributo di tutti, anche di coloro che non mi hanno votato – ha spiegato Dagnoni al termine dello scrutinio -. Sono cresciuto nel motto ‘delega e controlla’; sono convinto che sia un ottimo modo per far crescere ancora di più una Federazione che ha bisogno di competenze, dinamismo e entusiasmo di tutti. Il gruppo di lavoro che è uscito da queste elezioni è espressione di tante sensibilità, com’è giusto che sia in una federazione vitale e ricca come la nostra. E’ giusto, per questo, si tengano in considerazione le istanze di tutte le realtà regionali e territoriali, come ho più volte ricordato durante questa campagna elettorale”.

Ad affiancare il dirigente milanese ci sarà Norma Gimondi che, dopo la candidatura del 2016 alla massima carica del ciclismo italiano, è stata eletta vicepresidente federale.

Scesa in campo a fianco di Martinello, la figlia del campione di Sedrina ha raccolto 63 voti venendo così eletta in compagnia di Carmine Acquasanta e Ruggero Cazzaniga.

“Un grazie ai delegati della provincia di Bergamo per avermi sostenuta oggi e un grazie a tutti i delegati d’Italia che mi hanno eletta vice presidente in questo consiglio. Mi dispiace davvero che Silvio Martinello e gli altri componenti della squadra, con i quali ho condiviso l’avvicinamento a queste elezioni, non siamo stati eletti: un grazie anche a loro e soprattutto voglio dire che il nostro lavoro non andrà perduto – ha sottolineato sui social l’avvocatessa orobica -. Un grazie fraterno a Davide, Angelo, Gianni e Sandro (sempre presenti e miei “fratelli” maggiori in ambito ciclistico). Grazie a mio cugino Massimo e a Liliana che hanno condivido con me questi due giorni “romani”: è stato bello abbracciarvi per la felicità.

A livello orobico debutto in consiglio per la biker Chiara Teocchi, chiamata a rappresentare gli atleti, mentre in quota affiliati è arrivata la conferma per Gianantonio Crisafulli.

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.