Bergamo, ancora truffe agli anziani: finti carabinieri chiedono denaro - BergamoNews
In via corridoni

Bergamo, ancora truffe agli anziani: finti carabinieri chiedono denaro

La Questura raccomanda una sempre maggiore attenzione

Nuovo tentativo di truffa agli anziani a Bergamo. Intorno alle ore 12.45 di venerdì mattina una Volante della Polizia è intervenuta in zona via Corridoni.

La coppia presente, di 79 e 76 anni, ha raccontato che circa 20 minuti prima erano stati avvicinati da due uomini che, qualificatisi come Carabinieri, avevano chiesto di controllare il numero seriale delle banconote di cui erano in possesso poiché di probabile provenienza furtiva.

Le due persone anziane avevano mostrato loro alcune banconote, tenendole però sempre saldamente in mano.

I due truffatori, notata la diffidenza che stava aumentando, hanno spiegato che in effetti erano banconote che provenivano da una rapina e che sarebbero tornati nel pomeriggio per un’ulteriore verifica. Successivi accertamenti hanno permesso di verificare che niente era stato asportato.

La Questura raccomanda una sempre maggiore attenzione in merito a persone che chiedono di accedere in abitazione, avvisando il 112 nonché parenti o vicini in caso di persone sospette.

leggi anche
  • Un pioniere
    Addio all’ingegner Torre, fondatore della Minipack-Torre di Dalmine
    Generico febbraio 2021
  • A caravaggio
    Calci ai fiori della strage ferroviaria di Pioltello: denunciato 28enne
    Generico febbraio 2021
  • Nella notte
    Fa irruzione in un ingrosso di alimentari ma scatta l’allarme: 27enne in manette
    carabinieri notte
  • Il bilancio del weekend
    Zogno, assembramento fuori da un locale: sanzionate 41 persone
    carabinieri nostra
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it