Tenta la fuga nel fiume Serio, spacciatore inseguito e arrestato - BergamoNews
A urgnano

Tenta la fuga nel fiume Serio, spacciatore inseguito e arrestato

Si tratta di un marocchino 33enne irregolare: aveva circa 150 grammi di eroina e 50 di cocaina

Nel pomeriggio di giovedì 18 febbraio, i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno tratto in arresto un marocchino 33enne irregolare sul territorio nazionale trovato in possesso di duecento grammi circa di sostanze stupefacenti, circa 150 grammi di eroina e 50 grammi di cocaina.

L’uomo è stato arrestato in seguito ad un mirato servizio di polizia giudiziaria attuato dopo le segnalazioni pervenute presso il Comando Stazione di Urgnano circa l’attività di spaccio posta in essere da alcuni cittadini nordafricani nel Parco del Serio, in frazione Basella.

All’arrivo dei militari, che precedentemente avevano documentato l’afflusso di consumatori nella zona, lo spacciatore ha tentato la fuga lungo la sponda del fiume, liberandosi della droga gettandola nell’acqua.

I Carabinieri lo hanno raggiunto e bloccato dopo una breve colluttazione nel fiume dove si era gettato nel tentativo di fuga.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, come disposto dalla Procura della Repubblica di Bergamo, è stato accompagnato presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia Carabinieri di Treviglio in attesa della celebrazione del processo con rito direttissimo che avrà luogo in modalità videoconferenza nella giornata odierna.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it