Covid: altri 240 casi a Bergamo, in Lombardia positivo il 7,1% dei tamponi - BergamoNews
I dati di venerdì 19 febbraio

Covid: altri 240 casi a Bergamo, in Lombardia positivo il 7,1% dei tamponi

A livello regionale 5 nuovi ricoveri in terapia intensiva e 33 i decessi. I guariti/dimessi sono 1.875

Sono 240 i nuovi positivi al Covid-19 in provincia di Bergamo, 3.724 in tutta la Lombardia a fronte di 51.894 tamponi effettuati (il 7,1%) secondo i dati contenuti nel bollettino diffuso venerdì 19 febbraio.

A livello regionale sono 5 i nuovi ricoveri in terapia intensiva, 33 i decessi. I guariti/dimessi sono invece 1.875.

I dati della giornata:

– i tamponi effettuati: 51.894 (di cui 38.842 molecolari e 13.052 antigenici) totale complessivo: 6.287.867

– i nuovi casi positivi: 3.724 (di cui XXX ‘debolmente positivi’)

– i guariti/dimessi totale complessivo: 493.987 (+1.875), di cui 3.414 dimessi e 490.573 guariti

– in terapia intensiva: 373 (+5)

– i ricoverati non in terapia intensiva: 3.733 (+17)

– i decessi, totale complessivo: 27.971 (+33)

I nuovi casi per provincia:

Milano: 785 di cui 325 a Milano città;

Bergamo: 240;

Brescia: 787;

Como: 295;

Cremona: 100;

Lecco: 108;

Lodi: 27;

Mantova: 140;

Monza e Brianza: 462;

Pavia: 166;

Sondrio: 24;

Varese: 528.

Più informazioni
leggi anche
  • Emergenza covid-19
    A Sarnico e Lovere preoccupa il contagio tra studenti, Ats: didattica sospesa in due scuole
    covid coronavirus medico (foto Polina Tankilevitch da Pexels)
  • La lettera
    La presidente del Senato al Papa Giovanni: “Non dimenticheremo il vostro impegno”
    Casellati
  • La decisione
    Bergamo e la Lombardia restano zona gialla: “Controlli intensi nel fine settimana”
    zona gialla
  • Bergamo
    Mengoni da Piazza Vecchia canta ad un anno dallo scoppio della pandemia
    Mengoni piazza vecchia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it