Quantcast
Gli infermieri innamorati e la dedica sulle tute anti Covid - BergamoNews
In corsia

Gli infermieri innamorati e la dedica sulle tute anti Covid

Il primo San Valentino da sposati e il desiderio di celebrare l'amore, nonostante tutto

L’amore nonostante tutto. Al di là delle difficoltà, delle notti insonni, del dolore, delle perdite, della morte affrontata con coraggio. Della vita, più forte di ogni cosa.

San Valentino, la festa degli innamorati, si è celebrata da poco e per il giovane infermiere bergamasco all’ospedale Niguarda di Milano, Michele Stellabotte, è stata l’occasione per dedicare il proprio amore a sua moglie Clara Frontini, per il loro primo San Valentino da sposati, con dediche d’amore scritte direttamente sui camici d’ospedale e le tute anti Covid.

Michele e Clara, infatti, condividono la stessa vocazione di aiuto verso chi ha bisogno, avendo scelto di diventare entrambi infermieri.

“Ci siamo conosciuti perché per tre anni abbiamo lavorato nello stesso ospedale, un ospedale pediatrico. Lei lavora in Pronto Soccorso pediatrico e ai tempi io lavoravo in Terapia intensiva Neonatale”, racconta Michele

E c’avrei scommesso su noi due, Una vita intera sempre in due” dalla canzone di Carl Brave e, ancora, “Sei bella che la musica non c’è” del cantante Coez, sono le due frasi scritte in caratteri grandi e ricchi di cuori per celebrare l’amore, anche tra le tristi e difficili corsie di un ospedale durante un turno di notte.

“Sono entrambe canzoni che ascoltavamo la prima estate che ci siamo conosciuti, nel 2017”, racconta Michele ricordando anche i tanti concerti condivisi insieme di cui, ora, c’è una profonda nostalgia.

“Per me e Carla è il primo San Valentino da sposati. Festeggiamo in ritardo, nei rispettivi ospedali e di notte. Festeggiamo cosa non si sa, ma è inutile stare a spiegare quanto quest’anno sia stato complicato, pieno di dolori ma anche di gioie e soddisfazioni. La vita di coppia con i turni è sempre un po’ complicata, ma riesci sempre a capirti. Magari le ricorrenze passano in secondo piano, ma il tempo che si passa insieme assume un significato diverso”, conclude Michele.

ospedale papa giovanni san valentino
ospedale papa giovanni san valentino
Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
innamorati amore (Foto John Schnobrich da Unsplash)
San valentino
Slow Love: come l’amore viene vissuto dai giovani di oggi
Il dono di San Valentino per gli ospiti delle Rsa di Bergamo
Bergamo
Vocabolario dell’amore per gli ospiti delle Rsa: il dono degli studenti per S. Valentino
ragazza chat pc (Foto Unsplash)
Distanze
Cuori temprati e occhi bagnati: l’amore ai tempi del Covid
matrimonio amore carcere (foto Unsplash)
In via gleno
Amore dietro le sbarre: lui e lei, detenuti, si sposano nel carcere di Bergamo
Generico febbraio 2021
Il contest
Modello di una chaise longue di Bovi vince l’Hi-tech Interior Textiles
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI