Quantcast
Covid: altri 90 positivi a Bergamo, in Lombardia 1.696 casi e 38 decessi - BergamoNews
I dati di martedì 16 febbraio

Covid: altri 90 positivi a Bergamo, in Lombardia 1.696 casi e 38 decessi

A livello regionale si registrano 7 nuovi ricoveri in terapia intensiva e 38 decessi. I guariti/dimessi sono 1.615

Sono 90 i nuovi positivi al Covid-19 in provincia di Bergamo, 1.696 in Lombardia a fronte di 29.846 tamponi effettuati (il 5,6%). A livello regionale si registrano 7 nuovi ricoveri in terapia intensiva e 38 decessi. I guariti/dimessi sono 1.615.

I dati del giorno:

– i tamponi effettuati: 29.846 (di cui 20.517 molecolari e 9.329 antigenici) totale complessivo: 6.155.169
– i nuovi casi positivi: 1.696 (di cui 79 ‘debolmente positivi’)
– i guariti/dimessi totale complessivo: 489.192 (+ 1.615), di cui 3.159 dimessi e 486.033 guariti
– in terapia intensiva: 373 (+7)
– i ricoverati non in terapia intensiva: 3.693 (+121)
– i decessi, totale complessivo: 27.854 (+38)

I nuovi casi per provincia:

Milano: 400 di cui 160 a Milano città;
Bergamo: 90;
Brescia: 300;
Como: 182;
Cremona: 56;
Lecco: 62;
Lodi: 22;
Mantova: 103;
Monza e Brianza: 72;
Pavia: 72;
Sondrio: 13;
Varese: 286.

Più informazioni
leggi anche
Al PalaSpirà la Fase 1 bis delle vaccinazioni: 260 somministrazioni il primo giorno
Bassa
Al PalaSpirà la Fase 1 bis delle vaccinazioni: 260 somministrazioni il primo giorno
Scuola pexels
Scuola
In una settimana più che raddoppiate le classi in quarantena: da 40 a 100
Vaccino Covid
In lombardia
Vaccino Covid, in 24 ore 250.845 adesioni: “I nostri nonni, esempio di responsabilità”
Coronavirus Areu
Report 9-15 febbraio
Bergamo, in una settimana saliti del 55% i contagi e del 35% i ricoveri Covid
Mappa 10-16 febbraio
La mappa
Cresce ancora la curva epidemica nella Bergamasca: ecco i comuni più colpiti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it