Quantcast
In diretta dal Quirinale la cerimonia di giuramento del Governo Draghi - BergamoNews
Roma

In diretta dal Quirinale la cerimonia di giuramento del Governo Draghi fotogallery

Il governo di Mario Draghi e i 23 ministri hanno giurato al Quirinale nelle mani del Capo dello Stato, Sergio Mattarella. L’esecutivo è nelle sue funzioni.

Draghi e tutti i ministri hanno recitato di fronte al Capo dello Stato la seguente formula: “Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”.

Poi il presidente del Consiglio è andato a Palazzo Chigi accolto, nel cortile, dal picchetto d’onore composto da diverse armi.

Ministri senza portafoglio

  • Onorevole Federico D’Incà, al quale sarà conferito l’incarico per i rapporti con il Parlamento;
  • Dottor Vittorio Colao, al quale sarà conferito l’incarico per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale;
  • Onorevole Renato Brunetta, al quale sarà conferito l’incarico per la pubblica amministrazione;
  • Onorevole Mariastella Gelmini, alla quale sarà conferito l’incarico per gli affari regionali e le autonomie;
  • Onorevole Mara Carfagna, alla quale sarà conferito l’incarico per il Sud e la coesione territoriale;
  • Onorevole Fabiana Dadone, alla quale sarà conferito l’incarico per le politiche giovanili;
  • Professoressa Elena Bonetti, alla quale sarà conferito l’incarico per le pari opportunità e per la famiglia;
  • Senatrice Erika Stefani, alla quale sarà conferito l’incarico per le disabilità;
  • Onorevole Massimo Garavaglia, al quale sarà conferito l’incarico per il coordinamento di iniziative nel settore del turismo, e che sarà preposto al nuovo Ministero del turismo, con portafoglio.

    I ministri con portafoglio

  • Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale: Onorevole Luigi di Maio;
  • Ministro dell’interno: Dottoressa Luciana Lamorgese;
  • Ministro della giustizia: Professoressa Marta Cartabia;
  • Ministro della difesa: Onorevole Lorenzo Guerini;
  • Ministro dell’economia e delle finanze: Dottor Daniele Franco;
  • Ministro dello sviluppo economico: Onorevole Giancarlo Giorgetti;
  • Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali: Senatore Stefano Patuanelli;
  • Ministro dell’ambiente (che assumerà la denominazione di Ministro per la Transizione ecologica, assorbendo le competenze in materia energetica allo stato attribuite ad altri ministeri, e che presiederà l’istituendo Comitato Interministeriale per il coordinamento delle attività concernenti la transizione ecologica): Professor Roberto Cingolani;
  • Ministro delle infrastrutture e dei trasporti: Professor Enrico Giovannini;
  • Ministro del lavoro e delle politiche sociali: Onorevole Andrea Orlando;
  • Ministro dell’istruzione: Professor Patrizio Bianchi;
  • Ministro dell’università e della ricerca: Professoressa Cristina Messa;
  • Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo (che assumerà la denominazione di Ministro della cultura, prevedendosi l’attribuzione del settore del turismo a un apposito ministero): Onorevole Dario Franceschini;
  • Ministro della salute: Onorevole Roberto Speranza.

La prima riunione del Consiglio dei Ministri, quale Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con funzione di Segretario del Consiglio medesimo, il Dottor Roberto Garofoli è fissata nel pomeriggio di sabato 13 febbraio. Da lunedì il passaggio alle Camere per il voto di fiducia.

L’arrivo di Mario Draghi a Palazzo Chigi

Passaggio di consegne tra Conte e Draghi

Dopo il giuramento del nuovo Governo al Quirinale nelle mani del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, si è svolta a Palazzo Chigi la tradizionale cerimonia del passaggio di consegne tra il Presidente uscente, Giuseppe Conte, e il Presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Il primo consiglio dei ministri

A Palazzo Chigi la prima riunione del Consiglio dei ministri presieduta dal presidente del Consiglio Mario Draghi.

Il Presidente Draghi ha aperto il Consiglio dei Ministri con un sentito ringraziamento al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Il Presidente ha quindi rivolto gli auguri di buon lavoro ai Ministri e ha formulato la proposta di nomina a Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del cons. Roberto Garofoli, con le funzioni di Segretario del Consiglio medesimo. Il Consiglio ha condiviso la proposta e il Sottosegretario Garofoli ha quindi prestato giuramento e assunto le proprie funzioni.

Il Presidente Draghi ha, altresì, conferito ai Ministri senza portafoglio i seguenti incarichi specifici:

  • per i rapporti con il Parlamento, all’on. dott. Federico D’Incà;
  • per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, al dott. Vittorio Colao;
  • per la pubblica amministrazione, all’on. prof. Renato Brunetta;
  • per gli affari regionali e le autonomie, all’on. avv. Mariastella Gelmini;
  • per il Sud e la coesione territoriale, all’on. Mara Carfagna;
  • per le politiche giovanili, all’on. dott.ssa Fabiana Dadone;
  • per le pari opportunità e la famiglia, alla prof.ssa Elena Bonetti;
  • per le disabilità, alla sen. avv. Erika Stefani;
  • per il coordinamento di iniziative nel settore del turismo, all’on. dott. Massimo Garavaglia.

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle ore 14.20.

All’uscita da Palazzo Chigi l’avvocato Giuseppe Conte è stato salutato da un lungo applauso da parte del personale che si è affacciato alle finestre sul cortile. Un gesto che non era mai stato riservato a nessun capo del Governo finora.

Cingolani, ministro alla Transizione ecologica: quando colpì il pubblico a BergamoScienza

Lara Magoni: “Draghi dimentica lo sport, grave danno a un settore fondamentale per l’economia”

Italia Viva Bergamo: “Buon lavoro al Presidente Draghi”

Governo Draghi, Fontana: mi aspetto grande collaborazione

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana si considera fiducioso nel confronti del nuovo governo presieduto da Mario Draghi. In una dichiarazione al Tgr della Lombardia, il governatore ha auspicato “ci sia una grande collaborazione: si ricominci a dialogare sulle emergenze sanitarie e si ascolti la Lombardia sulle proposte già inviate per l’impiego del Recovery Fund, sino ad oggi mai prese in considerazione”.

“Credo anche – ha aggiunto – ci siano le premesse per discutere di temi importanti come l’Autonomia di cui non possiamo fare a meno”. Riguardo alla nutrita rappresentanza di lombardi nel nuovo Esecutivo nazionale, il presidente Fontana ha sottolineato che “in questo nuovo Governo ci sono tante voci lombarde ma soprattutto sono voci autorevoli, persone di grande qualità e questo ci rassicura”. 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
mattarella e draghi al quirinale (foto Quirinale)
Il nuovo governo
Draghi accetta l’incarico da premier, da Mattarella con la lista dei Ministri: i nomi
Draghi Violi Termini
Le reazioni
I 5Stelle e l’appoggio a Draghi; Violi: “Necessario”, Termini: “Quesito parziale”
centraline elettriche
Adm
A Bergamo si attivano 13 officine elettriche a gas naturale
Lara Magoni
Delegata del coni
Lara Magoni: “Draghi dimentica lo sport, grave danno a un settore fondamentale per l’economia”
Generico febbraio 2021
Politica
Italia Viva Bergamo: “Buon lavoro al Presidente Draghi”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI