Draghi accetta l'incarico da premier, da Mattarella con la lista dei Ministri: i nomi - BergamoNews
Il nuovo governo

Draghi accetta l’incarico da premier, da Mattarella con la lista dei Ministri: i nomi

L'arrivo alle 19 in punto: Giorgetti allo Sviluppo Economico, Cartabia alla Giustizia, al nuovo ministero per la transizione ecologica Roberto Cingolani.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto al Quirinale Mario Draghi: arrivato alle 19 in punto, l’ex presidente della Banca Centrale Europea ha sciolto la riserva e ha presentato al capo dello Stato la lista dei nuovi ministri.

Draghi ha accettato di formare il nuovo governo, sottoponendo le sue proposte al Capo dello Stato che ha poi firmato i relativi decreti.

Ministri senza portafoglio

Federico D’Incà – Rapporti col parlamento

Vittorio Colao – Innovazione tecnologica e transizione digitale

Renato Brunetta – Pubblica amministrazione

Maria Stella Gelmini – Affari generali e autonomie

Mara Carfagna – Sud e coesione territoriale

Fabiana Dadone – Politiche giovanili

Elena Bonetti – Pari opportunità e famiglia

Erica Stefani – Disabilità

Massimo Garavaglia – Coordinamento di iniziative del settore turismo

Ministri con Portafoglio

Ministro affari esteri e cooperazione internazionale – Luigi Di Maio

Interno – Luciana Lamorgese

Giustizia – Marta Cartabia

Difesa – Lorenzo Guerini

Economia e Finanze – Daniele Franco

Sviluppo Economico – Giancarlo Giorgetti

Politiche Agricole – Stefano Patuanelli

Ambiente (Ministro per transizione ecologica) – Roberto Cingolani

Infrastrutture e Trasporti – Enrico Giovannini

Politiche sociali e Lavoro – Andrea Orlando

Istruzione –  Patrizio Bianchi

Università e ricerca – Cristina Messa

Beni e attività Culturali e Turismo (Ministro della Cultura) – Dario Franceschini

Salute – Roberto Speranza

Alla prima riunione del consiglio sarà proposto sottosegretario di stato il dottor Roberto Garofoli. 

Ora il programma prevede la cerimonia del giuramento, già a mezzogiorno di sabato: poi sarà la volta del voto di fiducia in Parlamento, al Senato martedì e alla Camera mercoledì.

mattarella e draghi al quirinale (foto Quirinale)

La lista dei ministri letta da Draghi

leggi anche
  • Le reazioni
    I 5Stelle e l’appoggio a Draghi; Violi: “Necessario”, Termini: “Quesito parziale”
    Draghi Violi Termini
  • Sabato 6
    Rifondazione comunista in presidio anti Draghi a Bergamo
    macario
  • Politica
    Il bergamasco Benigni alle consultazioni: “Draghi dia speranza ai giovani”
    Benigni Draghi
  • Le reazioni
    Parlamentari bergamaschi divisi su Draghi: “Scelta giusta”; “Non lo sosterrò”; “Si voti”
    Mario Draghi
  • L’intervista
    Misiani: “Bene Draghi, ma per giudicarlo vanno visti squadra e contenuti”
    Draghi Misiani
  • I commenti
    L’incarico a Mario Draghi che a Bergamo piace a banca e industria
    Draghi e Mattarella - foto quirinale
  • Roma
    In diretta dal Quirinale la cerimonia di giuramento del Governo Draghi
    giuramento del Governo Draghi
  • Delegata del coni
    Lara Magoni: “Draghi dimentica lo sport, grave danno a un settore fondamentale per l’economia”
    Lara Magoni
  • Governo draghi
    Cingolani, ministro alla Transizione ecologica: quando colpì il pubblico a BergamoScienza
    roberto cingolani
  • Politica
    Italia Viva Bergamo: “Buon lavoro al Presidente Draghi”
    Generico febbraio 2021
  • Il discorso completo
    Mario Draghi al Senato: “Il governo non poggia su alchimie politiche, ma sul desiderio di rinascere”
    draghi al senato
  • Lo sguardo di beppe
    La forza dei partiti condizionerà le scelte del Governo Draghi?
    Insediamento Governo Draghi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it