Longuelo, approvato il progetto per il rifacimento del campo sportivo - BergamoNews
Palazzo frizzoni

Longuelo, approvato il progetto per il rifacimento del campo sportivo

Il campo da calcio di via Lochis, nel quartiere di Longuelo, sarà completamente rimesso a nuovo: la Giunta del Comune di Bergamo ha approvato nella seduta di giovedì scorso il progetto esecutivo dell’intervento che sarà realizzato nell’arco del 2021.

Il campo sportivo di Longuelo è stato uno dei primi in città a essere realizzato in erba sintetica, oltre 15 anni fa: ora è necessario un sostanziale rinnovamento del campo attuale con un nuovo manto in sintetico di ultima generazione, più performante di quello attuale e in linea con le disposizioni della Lega Nazionale Dilettanti in materia di terreni non in erba naturale.

L’intervento, che durerà circa 90 giorni, era atteso da tempo, soprattutto dalla Ssd Bergamo Longuelo, la società sportiva che ha in gestione l’impianto, una delle realtà più grandi di Bergamo, con la prima squadra che milita nel girone C del campionato di Promozione.

Il Comune di Bergamo investirà 600mila euro per rifare il manto del campo e per realizzare diverse opere accessorie, come modificare il distanziamento delle linee laterali dalla recinzione esterna, riducendo le dimensioni del rettangolo di gioco, e aumentare così la metratura del campo per destinazione. In questo modo l’impianto rispetterà gli standard di sicurezza della Lega Nazionale dilettanti: la nuova tracciatura del campo, in conseguenza dell’allargamento delle fasce esterne, prevederà un rettangolo di gioco di dimensioni nette finali pari a m 98,00 x 54,50 con fasce laterali esterne del campo per destinazione di larghezza pari a 2,50 metri sui lati lunghi e 3,50 metri sui lati corti, migliorando la sicurezza per gli atleti.

Prevista poi l’installazione di un nuovo impianto di irrigazione automatico e la sostituzione della rete di recinzione sul lato sud. Nuove saranno anche panchine e porte. Il tutto si aggiunge all’impianto di illuminazione recentemente rimodernato con luci a led.

loredana poli

“Con questo campo – spiega l’Assessore allo Sport Loredana Policontinuiamo il rifacimento di diversi campi sportivi comunali in città, uno dopo l’altro. Il prossimo sarà quello in via Meucci (avviamo e concludiamo il progetto quest’anno e interverremo credo il prossimo anno) e, a seguire, nei prossimi anni interverremo a Monterosso sul campo di via Acquaderni e a Celadina, con il campo di via Pizzo Scais. Negli ultimi anni sono stati diversi i campi sportivi che siamo riusciti a rimettere a nuovo nei quartieri della città, penso a Campagnola, alla Clementina: anche se il covid19 ha limitato la pratica dello sport dilettantistico, non intendiamo interrompere questo piano integrato per la rimessa a nuovo dei campi sportivi della città, certi che, quando l’attività potrà ripartire a regime, sarà di fondamentale importanza avere campi performanti e in piena efficienza”.

leggi anche
  • I dati di lunedì 8 febbraio
    Covid: in Lombardia 51 decessi e 895 nuovi casi, 73 sono a Bergamo
    Dati Regione
  • Polizia locale
    Bergamo, controlli anti-Covid nel weekend in zona gialla: 35 persone e 3 locali sanzionati
    polizia locale bergamo nostra
  • Il deputato leghista
    Belotti: “Da figlio di un partigiano dico che è bene unire il ricordo di Shoah e Foibe”
    scuola media bagnatica
  • Carabinieri
    Fuga da film per le strade della Bassa, a bordo anche un bimbo: arrestato 23enne
    Carabinieri mascherina
  • La conferenza
    I rettori lombardi: “Fondamentale l’accesso a tamponi e vaccini per il sistema universitario”
    Test dell'università al Lazzaretto
  • Il bando
    Cimitero di Bergamo, all’asta 2 cappelle: base 163mila e 245mila euro
    Cimitero di Bergamo
  • Il bilancio
    SMA Solar Technology AG supera il miliardo di euro di fatturato
    Generico febbraio 2021
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it