Al mercato è il momento delle cime di rapa: la ricetta dello sformato - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Ortofrutta

Ortofrutta

Al mercato è il momento delle cime di rapa: la ricetta dello sformato

Il livello qualitativo è molto buono soprattutto se raffrontato alla freschezza del raccolto e i prezzi si posizionano entro valori simili alle altre annate

Sono le cime di rapa il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Il livello qualitativo è molto buono soprattutto se raffrontato alla freschezza del raccolto e i prezzi si posizionano entro valori simili alle altre annate.

Per gli estimatori, quindi, rappresentano un’occasione da cogliere per la spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia.

Gli areali produttivi sono principalmente Puglia e Campania e le persone particolarmente legate a questi territori sanno valorizzare al meglio queste verdure preparando ottimi piatti in cucina.

Tendenzialmente le cime di rapa vengono adoperate dalla ristorazione, quindi, in questo periodo, le compravendite hanno risentito delle restrizioni anti-Covid che hanno disposto la chiusura di bar e ristoranti. Se fino a qualche giorno fa le richieste erano limitate al consumo domestico e non erano entusiasmanti, con l’avvento della zona gialla e la parziale riapertura di queste attività – al momento per il pranzo in loco e la sera con servizio delivery – sono leggermente migliorate.

Ipocaloriche e sazianti vantano diverse proprietà per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, sono una buona fonte di minerali, calcio, fosforo e ferro, ma non mancano di vitamine (A, B2 e C).

Grazie alla loro composizione, svolgono una preziosa azione antiossidante e vengono considerate utili per le donne in gravidanza perché contengono acido folico, che aiuta nella prevenzione di alcune malformazioni congenite. Inoltre, sono alleate contro l’anemia, proteggono e rinforzano le ossa, hanno una funzione disintossicante e aiutano il corpo a depurarsi dai metalli e dalle tossine.

Ma non è tutto: hanno una funzione energetica che le rende indicate per chi è convalescente e per chi sta affrontando periodi di stress. Secondo alcune ricerche, poi, contribuirebbero a prevenire la formazione di tumori al seno, stomaco, prostata, esofago, pancreas e colon, concorrerebbero a tenere sotto controllo la pressione, il colesterolo e il diabete, ma anche a proteggere l’apparato cardiocircolatorio.

In cucina vengono utilizzate per svariate ricette: si possono consumare stufate, cotte al vapore e per preparare le orecchiette, specialità pugliese e piatto per eccellenza con questo ingrediente.

Sono ottime per il ripieno delle torte salate e come condimento per primi e secondi piatti, abbinandosi perfettamente con pastasciutta e risotto, salsiccia, carne bianca (pollo, faraona e tacchino), pesce, molluschi e crostacei.

Un consiglio: al momento dell’acquisto bisogna scegliere quelle ben compatte, con steli sodi e sottili, infiorescenze chiuse e senza parti gialle. Le migliori sono quelle che hanno le foglie consistenti e di colore verde brillante.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, continuano a essere stagnanti le compravendite delle arance. L’andamento di mercato rimane simile a quello registrato la scorsa settimana: le richieste sono inferiori all’offerta e quindi i consumatori possono fare buoni affari.

Per le clementine le uniche referenze rimangono quelle tardive con origine spagnola, mentre per i mandarini si rileva il consueto rapporto tra domanda e offerta con una richiesta che in sostanza rimane ancorata alle tradizioni e rappresenta un mercato di nicchia.

Il prezzo delle fragole comuni, che provengono principalmente dalla Sicilia, è inferiore rispetto alle più fresche varietà originarie della Basilicata.

Risultano stabili mele e pere anche se tendenzialmente il costo delle pere Abate di grande pezzatura tende ad aumentare, mentre quelle piccole e medie rimangono entro livelli inferiori. Si amplia, quindi, la forbice dei prezzi.

Passando al comparto orticolo, per quanto riguarda i carciofi, nella massa inizia a venir meno lo standard qualitativo delle scorse settimane, soprattutto per gli spinosi.

Si stanno ridimensionando i valori di mercato delle melanzane che vanno a posizionarsi entro prezzi medi più consoni alla stagione.

Sono stabili i finocchi, mentre per i pomodori – specialmente a grappolo – si nota un’offerta crescente di prodotto spagnolo che porta il prezzo in cauta diminuzione.

Per concludere, sono ancora in flessione le quotazioni delle zucchine per le quali si raggiungono ribassi che risultano addirittura inferiori alla media della stagione invernale.

LA RICETTA DELLA SETTIMANA

Sformato di cime di rapa
a cura di Solo Donna

Ingredienti 

Cime di rapa 500 gr

Uova 3

Parmigiano 30 gr

Provola 100 gr

Olio extravergine d’oliva q.b.

Sale q.b.

Aglio 1 spicchio

Pan grattato q.b.

Burro q.b.

Procedimento

Lavare e lessare le cime di rapa o broccoletti in abbondante acqua salata.

Appena cotte scolarle ed aggiungerle in padella, dove precedentemente si è messo a soffriggere uno spicchio d’aglio.

Lasciar cuocere finché l’acqua delle cime di rapa non evapori completamente.

Mettere da parte in un recipiente e lasciarle raffreddare.

A questo punto impastare con le uova, il parmigiano e la provola.

Imburrare una teglia e rivestirla di pan grattato.

Aggiungere il composto e infornare a forno caldo 180° per 20/25 minuti circa.

Sfornare e servire il nostro gustoso sformato di cime di rapa dopo qualche minuto.

leggi anche
  • Leffe
    Casahomewear, la plastica raccolta in mare diventa imbottitura per piumini e trapunte
    casahomewear
  • Ortofrutta
    È il momento del pomodoro Marinda: provalo con linguine e coda di rospo
    pomodoro Marinda
  • Ortofrutta
    Al mercato protagoniste le bietole da costa: provatele gratinate al forno
    bietole da costa
  • Ortofrutta
    Al mercato è tempo di catalogna cimata: come cucinarla con le acciughe
    puntarelle
  • Ortofrutta
    Al mercato è tempo di agretti: la ricetta del pesto per pasta e bruschette
    agretti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it