Aeroporto, i sindaci del Tavolo unanimi: “La leadership resti pubblica e vicina al territorio” - BergamoNews
Il documento

Aeroporto, i sindaci del Tavolo unanimi: “La leadership resti pubblica e vicina al territorio”

I primi cittadini sperano che Giovanni Sanga, da qualche giorno parlamentare , qualora incompatibile col ruolo di presidente (deciderà l’apposita Giunta a Roma) opti per restare al vertice del “Caravaggio”.

All’unanimità i sindaci del Tavolo per l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio con il presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli hanno firmato un documento che sottolinea le preoccupazioni per un cambio al vertice della società di gestione (la Sacbo) e insieme chiarifica le istanze dei primi cittadini delle realtà direttamente coinvolte dallo scalo.

Senza divisioni partitiche, i sindaci in sostanza  dichiarano la loro preferenza per un presidente di nomina pubblica e vicino alle istanze del territorio e sperano che Giovanni Sanga, da qualche giorno parlamentare, qualora incompatibile col ruolo di presidente (deciderà l’apposita Giunta a Roma) opti per restare al vertice del “Caravaggio”.

Ecco il documento.

L’aeroporto “Il Caravaggio” costituisce una della più importanti, se non la più importante, realtà economica presente in provincia di Bergamo, sia in termini di PIL, diretto e indotto, sia in termini occupazionali; esso rappresenta indubbiamente il principale volano per lo sviluppo e la valorizzazione dei tesori artistici e culturali della nostra terra, oltre che un’infrastruttura fondamentale per collegare e connettere le nostre aziende e i nostri territori al resto dell’Italia e dell’Europa.

Di tale realtà i Sindaci del Tavolo sono assolutamente consapevoli e hanno già più volte affermato il ruolo centrale che l’aeroporto rappresenta per il futuro dei loro Comuni, così come hanno altrettanto consapevolmente ribadito che i territori vadano tutelati e che la questione ambientale non può e non deve mai passare in secondo piano rispetto all’aspetto imprenditoriale ed economico.

In tal senso, a circa un anno dall’inizio della situazione emergenziale determinata dalla pandemia COVID-19, il Tavolo dei Sindaci si è riunito il giorno 8 febbraio per discutere sui prossimi sviluppi del Caravaggio e sull’auspicato ritorno alla normale operatività dello scalo, che inevitabilmente sarà accompagnata anche dalle criticità di natura ambientale.

Il 2020 è stato un anno drammatico, non solo dal punto di vista socio-sanitario, ma anche dal punto di vista economico, pertanto abbiamo accolto con entusiasmo lo stanziamento da parte del Governo di fondi destinati al nostro scalo che consentiranno di affrontare con maggior ottimismo il 2021 e, come abbiamo appreso da un’intervista rilasciata dal presidente della Sacbo Giovanni Sanga, di pianificare investimenti in infrastrutture e tecnologia per oltre 67 milioni euro.

Con altrettanta iniziativa e lungimiranza vorremmo fosse riservata da parte di Sacbo, analoga sensibilità nei confronti dei territori che ospitano l’aeroporto e che rappresentano stakeholders che oltre a godere dei benevoli impatti economici del Caravaggio, ne subiscono anche le conseguenze ambientali.

Dal confronto tra noi sindaci è stato ribadito il fatto che l’attenzione verso il territorio da parte del gestore aeroportuale non possa essere secondario a nessuna logica imprenditoriale, e in quest’ottica, visto il rapporto e il confronto costruttivo instauratosi con la Presidenza Sacbo negli ultimi anni, riteniamo fondamentale e strategico che la carica di Presidente debba essere ricoperta da una figura che, oltre ad avere l’elevato spessore manageriale richiesto dal ruolo, sia anche garanzia di rappresentanza e vicinanza al territorio bergamasco e alle sue istituzioni.

La necessità di tale rappresentanza in seno alla governance di Sacbo è oggi più che mai marcata e attuale anche in ragione delle recenti operazioni societarie che hanno visto buona parte della compagine sociale della Società allontanarsi da Bergamo; ricordiamo in tal senso che, l’ormai ex BPB, maggior azionista Sacbo, è stata incorporata da Intesa-San Paolo, cosi come l’ex Credito Bergamasco è entrato a far parte del Banco BPM e Italcementi è stata acquisita da HeidelbergCement.

Vero è che esiste ancora il Patto di Sindacato degli azionisti bergamaschi, nato a suo tempo proprio allo scopo di proteggere e tutelare gli interessi bergamaschi dalle insidie espansionistiche di operatori economici esterni, ma è altrettanto vero che l’anima bergamasca di Sacbo è ormai essenzialmente rappresentata dalla Provincia di Bergamo, dal Comune di Bergamo e dalla Camera di Commercio di Bergamo con quote azionarie minoritarie rispetto al resto dei soci.

D’altra parte è evidente che Sacbo, in quanto società a partecipazione pubblica che gestisce un’attività squisitamente pubblica, dovrebbe avere all’interno della propria governance una componente di interesse e di indirizzo pubblico che, nel rispetto del ruolo ricoperto, abbia la necessaria sensibilità nei confronti del territorio ed in effetti, negli ultimi anni, questa necessità è stata recepita dai soci e si è tradotta nella nomina di un Presidente, espressione della componente pubblica bergamasca e pertanto portatore degli interessi delle istituzioni e dei territori di loro espressione.

Il recente avvicendamento tra Maurizio Martina e Giovanni Sanga alla carica di deputato del Parlamento Italiano, potrebbe rendere necessaria, se il dottor Sanga opterà per il ruolo di parlamentare, la scelta di un nuovo Presidente di Sacbo; non è questo l’auspicio dei Sindaci, che pur sottolineando il pieno rispetto delle scelte di Giovanni Sanga, preferirebbe vi fosse continuità alla guida della Società.

Tuttavia, se un avvicendamento sarà necessario, i Sindaci auspicano la scelta di una figura in grado – per storia personale, curriculum e sensibilità – di rappresentare tanto gli interessi della Società, quanto quelli dei Comuni, dei loro territori e dei cittadini.

In ogni caso, vista l’attuale contingenza emergenziale e la conseguente situazione dell’aeroporto, riteniamo opportuno che l’eventuale passaggio del testimone si sostanzi con modalità e tempi utili e necessari ad assicurare la continuità strategica della Società e la costante interlocuzione con le istituzioni del territorio.

Il nostro appello, rappresenta chiaramente la preoccupazione di chi è orgoglioso e ben conscio di avere sul proprio territorio un’azienda fiore all’occhiello dell’imprenditoria bergamasca, un’azienda che siamo certi saprà superare questo drammatico momento determinato dall’emergenza sanitaria, un’azienda che i Comuni sapranno sostenere se non verrà interrotto il percorso del dialogo e del confronto sulle tematiche di sostenibilità ambientale, un’azienda che deve continuare ad essere espressione degli interessi, dell’impegno, dei sacrifici e della lungimiranza orobica che gli hanno permesso di raggiungere i risultati e gli obiettivi che hanno portato il Caravaggio ad essere il terzo aeroporto italiano.

Sindaco di Orio al Serio
Sindaco di Azzano S. Paolo
Sindaco di Bagnatica
Sindaco di Bergamo
Sindaco di Bolgare
Sindaco di Brusaporto
Sindaco di Calcinate
Sindaco di Cavernago
Sindaco di Costa di Mezzate
Sindaco di Curno
Sindaco di Dalmine
Sindaco di Grassobbio

Sindaco di Grumello d/Monte
Sindaco di Lallio
Sindaco di Levate
Sindaco di Ponte San Pietro
Sindaco di Seriate
Sindaco di Stezzano
Sindaco di Treviolo
Sindaco di Zanica
Presidente della Provincia di Bergamo

leggi anche
  • Gli scenari
    Sanga presidente Sacbo e parlamentare: che succede ora? La Lega: lasci l’aeroporto
    Giovanni Sanga
  • Nelle file del pd
    Maurizio Martina esce, alla Camera entra Giovanni Sanga
    Generico gennaio 2021
  • Aeroporto
    Giovanni Sanga nominato presidente di Sacbo
    Giovanni Sanga
  • L'intervista
    L’aeroporto di Bergamo riparte, Sanga: “Al lavoro per mettere in sicurezza i futuri passeggeri”
    aeroporto sanga
  • Sci
    Mondiali a Cortina, Gallone (FI): “Speranza di ripartenza per il settore montagna”
    Cortina 2021 Mondiali di sci - foto di Geppo Di Mauro
  • Mondiali di sci
    Cortina 2021, martedì il superG femminile, rinviato a giovedì quello maschile
    Cortina 2021 - Getty Imagine
  • Lunedì 8 febbraio
    Sciopero dei trasporti: adesione all’80% Atb e 70% per Teb
    Atb generica nostra
  • Lunedì sera
    Orio al Serio, in fiamme una falegnameria: in azione 6 mezzi dei Vigili del fuoco
    incendio falegnameria orio al serio
  • Voli
    Anche EasyJet sbarca all’aeroporto di Orio al Serio
    easyJet
  • Aeroporto
    La tecnologia di Leonardo atterra ad Orio: nuova smistatrice per la gestione dei bagagli
    aeroporto - nostra
  • I controlli
    Aeroporto di Orio, solo a gennaio 900mila euro non dichiarati dai passeggeri
    soldi
  • Il rapporto
    Crisi del trasporto aereo, “Anche Bergamo rischia lo tsunami”
    aeroporto - nostra
  • Alla sacbo
    Sanga: “Tanti progetti, resto al timone dell’aeroporto, rinuncio al Parlamento”
    sanga aeroporto
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it