Emilio Zanetti: “Draghi? Mattarella ha scelto il migliore” - BergamoNews
L'intervista

Emilio Zanetti: “Draghi? Mattarella ha scelto il migliore”

Il Cavaliere del Lavoro Emilio Zanetti, già presidente di Banca Popolare Bergamo e Ubi Banca, ricorda: “Ho una stima immensa nei confronti del dottor Draghi. Tutta la sua vita è la testimonianza di grandi capacità, di particolari doti che gli hanno permesso di raggiungere questa grande autorevolezza”

Discrezione e profilo bassissimo. Eppure Emilio Zanetti, Cavaliere del Lavoro e per anni presidente della Banca Popolare di Bergamo e poi di Ubi Banca, alla richiesta su un parere su Mario Draghi spalanca l’album dei suoi ricordi personali.

“Ho una stima immensa nei confronti del dottor Draghi. Tutta la sua vita è la testimonianza di grandi capacità, di particolari doti che gli hanno permesso di raggiungere questa grande autorevolezza”.

Quando ha saputo che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella lo aveva convocato al Quirinale, che cosa ha pensato?
“Sono molto contento. Speriamo che Draghi riesca a trovare una soluzione alla particolare difficoltà che sta vivendo l’Italia. Certo, il presidente Mattarella ha scelto il migliore. Una persona simile credo sia davvero difficile da trovare”.

Perché Mario Draghi è il migliore?
“Perché ha una preparazione eccezionale, notevolissima, io credo difficilmente si possa trovare una persona con un curriculum simile al suo. Non dimentichiamo che ha salvato l’Euro. È il migliore, non ho dubbi”.

Segue da vicino questa crisi politica?
“Sì. Diciamo che sono attento. Mi auguro solamente che la politica tenga conto della particolare situazione che stiamo vivendo come Paese e della grande opportunità che abbiamo con Draghi”.

Lo ha conosciuto di persona?
“Sì, ho avuto questo piacere e onore. L’ho conosciuto quando io ero presidente della Banca Popolare di Bergamo e Draghi era direttore del Tesoro. Ho un ottimo ricordo di quell’incontro. Draghi era una persona preparatissima, gentilissima, attento a tutti i dettagli e capace di fare sintesi. D’altronde è una persona che proviene dalla scuola Banca d’Italia, ha avuto legami con un altro grande che era Carlo Azeglio Ciampi”.

Perché nei momenti di crisi, l’Italia si affida ad un banchiere. Negli anni Novanta a Ciampi e oggi a Draghi?
“Sono persone con una formazione e un’esperienza notevolissima, sono abituati ad una disciplina dove il merito conta e premia il gradino successivo. Draghi è in cima ad una scala e saprà prendere le scelte giuste, sta alla politica e agli italiani seguirlo”.

leggi anche
  • Quirinale
    Mario Draghi, emozionato, accetta: “Proverò a costruire un nuovo Governo”
    mattarella e draghi al quirinale (foto Twitter Quirinale)
  • Diretta video
    Mario Draghi al Quirinale per ricevere l’incarico di formare il Governo
    Draghi e Mattarella - foto quirinale
  • Chi è
    Mario Draghi, l’uomo che ha traghettato l’Europa fuori dalla crisi
    Mario Draghi
  • La crisi di governo
    Mattarella: “Serve un governo con piene funzioni” e convoca Mario Draghi
    mattarella
  • L'intervista
    Berta: “I miliardi del Recovery Fund? Vorrei li gestisse Mario Draghi per conto del Governo”
    berta ue
  • Il commento
    Cesare Zonca: “Draghi è limpido e corretto, nessuno come lui”
    Mario Draghi
  • I commenti
    L’incarico a Mario Draghi che a Bergamo piace a banca e industria
    Draghi e Mattarella - foto quirinale
  • L’intervista
    Misiani: “Bene Draghi, ma per giudicarlo vanno visti squadra e contenuti”
    Draghi Misiani
  • L'intervento
    Conte: “Non sarò ostacolo al nuovo Governo, che auspico forte e politico”
    giuseppe conte
  • Politica
    Il bergamasco Benigni alle consultazioni: “Draghi dia speranza ai giovani”
    Benigni Draghi
  • Sabato 6
    Rifondazione comunista in presidio anti Draghi a Bergamo
    macario
  • Lo studio
    Richieste di credito dalle imprese: in Lombardia +15,6%, Bergamo 17,8%
    credito
  • Madone
    Sebino chiude il 2020 con un portafoglio ordini pari a 20 milioni di euro
    Generico febbraio 2021
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it