Quantcast
Il Bonus Renzi non c'è più: cosa l'ha sostituito e a chi spetta - BergamoNews

Fisco Facile

Fisco facile

Il Bonus Renzi non c’è più: cosa l’ha sostituito e a chi spetta

Trattamento integrativo e ulteriore detrazione per i redditi di lavoro dipendente per l’anno 2021

Il Decreto Legge n. 3/2020 (convertito nella Legge n. 21/2020) ha introdotto dal 1° luglio 2021, abrogando il cosiddetto Bonus Renzi, due nuove misure di sostegno al reddito:

trattamento integrativo per i redditi fino a 28.000 euro;

ulteriore detrazioni fiscale per i redditi da 28.000 a 40.000 euro.

I potenziali beneficiari di entrambe le misure sono i titolari di:

redditi di lavoro dipendente (articolo 49, comma 1 del TUIR)

alcuni redditi assimilati (articolo 50, comma 1 del TUIR) quali: i compensi percepiti dai lavoratori soci delle cooperative; le indennità e i compensi percepiti a carico di terzi dai prestatori di lavoro dipendente per incarichi svolti in relazione a tale qualità; le somme a titolo di borsa di studio o di assegno, premio o sussidio per fini di studio o di addestramento professionale; i compensi per l’attività svolta sotto forma di collaborazione coordinata e continuativa; le remunerazioni dei sacerdoti; le prestazioni pensionistiche di cui al D. Lgs n. 124/1993; i compensi per lavori socialmente utili in conformità a specifiche disposizioni normative.

Trattamento integrativo dei redditi di lavoro dipendente e assimilati

Il trattamento integrativo per l’anno 2021, spetta ai titolari di:

reddito complessivo annuo non superiore a euro 28.000;

IRPEF lorda, al netto delle altre detrazioni (di cui all’art. 13, comma 1, TUIR), positiva.

Il trattamento integrativo ammonta ad euro 1.200 annui e non concorre alla formazione del reddito imponibile.
L’importo spettante è rapportato al periodo di lavoro ed è erogato in via automatica dal sostituto d’imposta (datore di lavoro o committente) ripartendolo fra le retribuzioni erogate nel corso dell’anno.

Ulteriore detrazione fiscale

La Legge di Bilancio 2021 ha disposto la stabilizzazione dell’ulteriore detrazione, originariamente prevista per il solo anno 2020, infatti per l’anno 2021, ai titolari di redditi complessivi superiori a 28.000 e fino a 40.000 euro, è riconosciuta un’ulteriore detrazione fiscale, così determinata:

ex bonus renzi

L’ulteriore detrazione spettante è rapportata al periodo di lavoro ed è riconosciuta in via automatica dal sostituto d’imposta (datore di lavoro o committente) ripartendola fra le retribuzioni erogate nel corso dell’anno.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
inps logo
Fisco facile
Cos’è la “cassa” Iscro per lavoratori autonomi e come si ottiene
Equitalia
Fisco facile
Rinvio delle cartelle e ipotesi di nuova rottamazione: il punto
famiglia (Foto Dani Guitarra da Unsplash)
Fisco facile
Bonus nascita e congedo paternità: le novità della Legge di Bilancio 2021
decreto ristori bis
Fisco facile
Decreto Ristori Bis: a chi spettano i nuovi contributi a fondo perduto
Fase 2 in provincia
Fisco facile
Il lavoratore e il diritto di privacy sul Covid: le regole
agenzia delle entrate
Fisco facile
Cambiano le modalità di accesso ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI