• Abbonati
L'intervista

Violi (M5S): “Mascherine, camici, gestione della pandemia… a casa chi governa la Lombardia”

Il consigliere regionale di Bergamo non manca di graffiare il leader di Italia Viva: "Renzi si è costruito una crisi da zero".

“Il voto che darei a chi sta governando la Lombardia è zero”. Non tentenna nel giudizio Dario Violi, 35 anni, gli ultimi otto trascorsi al Pirellone come consigliere di Bergamo del Movimento 5 stelle.

No, Violi non concede nemmeno un esame di riparazione a settembre per il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e alla sua squadra.

“Zero, come il voto che penso darebbero tutti i lombardi. Zero come il fatturato dei nostri commercianti dopo un anno nel quale la Regione non è stata capace di trasmettere i dati esatti al ministero della Salute. E nonostante tutto questo, aiutare i negozianti a lamentarsi contro il Governo”.

Violi, non concede sconti. Anzi elenca tutto ciò che non è andato e non va in Regione: “Lo abbiamo visto con le mascherine chirurgiche, coi camici, con i vaccini antinfluenzali. La Regione che fa il 25% del Pil dell’Italia che compra dei vaccini antinfluenzali pagandoli sei volte tanto da un dentista di Bolzano credo che che questo dia la dimensione dell’incapacità che hanno raggiunto i nostri amministratori regionali. Sia gli amministratori politici, sia soprattutto i dirigenti della sanità lautamente pagati che sono di nomina diretta della classe politica“.

E quindi che fare? Non ha dubbi: “Prima se ne vanno, prima è meglio per i lombardi”. Poi aggiunge: “È evidente che questo governo lombardo è incapace ed è composto da incompetenti”.

Perché è così difficile per il presidente Attilio Fontana ammettere che la Regione Lombardia ha sbagliato a trasmettere i dati dei contagi al Ministero della Salute? “Perché nel momento in cui certifico il mio errore certifico la mia incompetenza. Non dimentichiamo che hanno mandato a morire persone infette nelle Rsa. Hanno inanellato una serie di errori che dimostrano la loro incapacità”.

Che cosa direbbe a Fontana? “Dico che non si può governare la Lombardia senza avere una visione, una prospettiva economica, la sua figura e quelle che con lui governa è arrivata al capolinea. La Lombardia ha bisogno di una classe politica e dirigente nuova. Che abbia visione, legittimità, prospettive e progetti per il futuro”.

Violi parla senza pause, sottolinea che invoca le elezioni regionali alle quali non ha diritto di candidarsi (il M5S vieta il terzo mandato). E non pensa a Roma, per ora, almeno. “Mi ero candidato in Lombardia perché credevo e sono convinto che sia necessaria una nuova classe politica per governare una delle regioni che sono il motore del nostro Paese e non può permettersi vedere derisa la classe dirigente che la governa”.

Il consigliere del M5S non manca di graffiare il leader di Italia Viva:Matteo Renzi si è costruito una crisi da zero”. Non teme il voto nazionale e tranquillizza l’Europa sui soldi in arrivo da Bruxelles per il Revocery Plan: “Sono soldi anche degli Italiani, frutto di una trattativa e di un impegno”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
violi coronavirus
Lombardia
Violi a Fontana: “Il nuovo Dpcm consente di allentare la stretta dove il contagio è minore”
Dario Violi
Referendum
Violi, M5S: “È la vittoria del mondo reale contro le élite politiche”
Generico agosto 2020
L'attacco
Violi (M5s): “Tamponi all’ospedale in Fiera? Una lezione per Fontana & Co”
Violi Gallera
L'attacco
Violi chiede le dimissioni di Gallera: “Troppi danni, faccia un passo indietro”
violi coronavirus
Le dichiarazioni
Coronavirus, Violi (M5S): “Lombardia ha fallito, ora cabina di regia condivisa”
violi coronavirus
Emergenza coronavirus
Violi: “Vogliamo trasparenza e numeri precisi dalla Regione”
Dati lunedì 1 febbraio
I dati
Coronavirus, in Lombardia 52 morti e 1.093 nuovi casi: 47 sono di Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI