Tamponi rapidi in farmacia, c'è l'accordo con Regione Lombardia - BergamoNews
Lotta al covid

Tamponi rapidi in farmacia, c’è l’accordo con Regione Lombardia

L'assessore al Welfare Letizia Moratti: "L’obiettivo è aumentare la capacità di testing nello screening della popolazione asintomatica sul territorio"

C’è l’accordo con le farmacie lombarde per l’esecuzione di tamponi antigenici rapidi. “Si tratta – spiega la vicepresidente ed assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti – di un importante contributo al contrasto della pandemia. E rappresenta un ulteriore esempio di collaborazione tra gli attori in campo in questa lotta”.

La direzione generale Welfare ha raggiunto nei giorni scorsi un’intesa con Federfarma Lombardia, Assofarm/Conservizi Lombardia e la Federazione regionale Ordini dei Farmacisti.

“L’obiettivo dell’accordo – prosegue Moratti – risponde all’esigenza di aumentare la capacità di testing nello screening della popolazione asintomatica su tutto il territorio regionale, ampliando la fruibilità e l’accessibilità al test antigenico ai cittadini”. Le modalità operative del servizio saranno definite con successiva delibera.

COPERTURA FINANZIARIA

Regione riconoscerà alle farmacie 12 euro (iva esclusa) per ogni test rapido effettuato. Un compenso comprensivo dei costi per l’approvvigionamento dei materiali di consumo, dei dispositivi di protezione individuale e della remunerazione del servizio.

Un’attività che viene imputata al capitolo attività istituzionali delle Ats e Asst per il 2021, che ha una dotazione fino a 1.197,5 milioni di euro, di cui fino a 116,7 milioni di euro destinate alle attività di prevenzione legate al Piano nazionale vaccini, tamponi Covid e screening oncologici.

OBIETTIVO: TORNARE A UNA ‘VITA NORMALE’

“Con questo accordo verrà incrementata la capacità di testing nello screening della popolazione asintomatica su tutto il territorio regionale, ampliando la fruibilità e l’accessibilità al test antigenico ai cittadini – commenta il consigliere regionale bergamasco Giovanni Malanchini -. L’obiettivo è tornare il prima possibilità, tramite la prevenzione e il controllo, alla normalità”.

leggi anche
  • Report 12-18 gennaio
    Nei dati dei contagi entrano i tamponi rapidi. A Bergamo calano i positivi
    Tamponi rapidi Cisano
  • Bergamo e provincia
    Aprono i centri per tamponi rapidi dei medici di famiglia
    Tamponi rapidi ponte San Pietro
  • L'iniziativa del comune
    Cisano, pioniere, parte con mille tamponi rapidi: “Li faranno gli infermieri volontari”
    Test Covid
  • Report settimanale
    A gennaio il 42% dei positivi italiani tra i 19 e i 50 anni; a Bergamo casi ancora in calo
    tamponi coronavirus
  • La novità
    Whatsapp, Skype, Zoom: ecco l’assistenza digitale gratuita per gli anziani di Bergamo
    Assistenza digitale
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it