Quantcast
Covid, 12.715 i nuovi casi: 1.832 in Lombardia, 65 a Bergamo - BergamoNews
I dati

Covid, 12.715 i nuovi casi: 1.832 in Lombardia, 65 a Bergamo

Sono stati in totale 298.010 i tamponi effettuati (molecolari e antigenici) nelle ultime 24 ore in Italia, con un tasso di positività rispetto ai nuovi positivi (12.715) pari al 4,3%, -0,8% rispetto alla giornata di venerdì.

Sono 12.715 i nuovi casi di Covid 19 registrati nelle ultime 24 ore in Italia. Le vittime sono 421. È quanto emerge dal nuovo bollettino del Ministero della Salute emesso nella giornata di sabato 30 gennaio. I dimessi o guariti registrano un aumento di 16.764.

Sono stati in totale 298.010 i tamponi effettuati (molecolari e antigenici) nelle ultime 24 ore in Italia, con un tasso di positività rispetto ai nuovi positivi (12.715) pari al 4,3%, -0,8% rispetto alla giornata di venerdì. Attualmente i positivi sono ora 463.352, 4.472 in meno rispetto a venerdì 29 gennaio.

Le persone ricoverate in terapia intensiva in Italia sono 2.218, 52 in meno rispetto a venerdì 29 gennaio, nonostante i 132 nuovi ingressi giornalieri. I ricoverati con sintomi sono invece 20.098, 299 in meno di ieri. Il numero totale delle persone dimesse o guarite è di 1.990.152, quello dei deceduti è 88.279.

I dati di oggi

– i tamponi effettuati: 39.462 (di cui 28.234 molecolari e 11.228 antigenici) totale complessivo: 5.640.919
i nuovi casi positivi: 1.832 (di cui 74 ‘debolmente positivi’)
– i guariti/dimessi totale complessivo: 459.401 (+5.009), di cui 3.345 dimessi e 456.056 guariti
– in terapia intensiva: 377 (-2)
– i ricoverati non in terapia intensiva: 3.454 (-36)
– i decessi, totale complessivo: 27.074 (+58)

I nuovi casi per provincia

Milano: 363 di cui 212 a Milano città;
Bergamo: 65;
Brescia: 374;
Como: 165;
Cremona: 49;
Lecco: 59;
Lodi: 26;
Mantova: 103;
Monza e Brianza: 143;
Pavia: 119;
Sondrio: 54;
Varese: 265

Vaccinazione anti Covid, pronto ad intervenire anche Bertolaso

“La vice presidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, in accordo con il presidente Attilio Fontana, nella giornata di venerdì 29 gennaio ha parlato con il dottor Guido Bertolaso per sondare la sua disponibilità a collaborare al progetto di vaccinazione di massa anti-Covid per l’intera popolazione lombarda. Piano che dovrà far seguito alla prima fase delle somministrazioni riservata a medici, operatori sanitari e non sanitari e agli ospiti RSA”. Lo comunica in una Nota la Regione Lombardia.

“Con il dottor Guido Bertolaso – prosegue la Nota – si è concordato di approfondire il confronto sulla possibilità di avviare una collaborazione in tal senso nei prossimi giorni”.

leggi anche
lancini spaesamento scolastico
L'intervista
“Adulti non allineati ai bisogni dei ragazzi: il Covid ha smascherato le contraddizioni educative”
Dati Lombardia
I dati di venerdì 29 gennaio
Covid: a Bergamo 93 positivi nelle ultime 24 ore, 77 decessi in Lombardia
Vaccino Seriate-Alzano
Il punto
Covid, la situazione a Bergamo: 43 casi ogni 100mila abitanti, somministrati 20.586 vaccini
La Telemedicina ai tempi del COVID-19: l’esperienza della piattaforma Net-Medicare
Coronavirus
La Telemedicina ai tempi del COVID-19: l’esperienza della piattaforma Net-Medicare
contro la Dad al liceo Falcone
L'iniziativa
Educare ai tempi del Covid: al Falcone uno psicologo in aiuto di genitori e insegnanti
Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria
La decisione
Emergenza Covid, il processo Ubi si trasferisce nell’aula magna dell’Unibg
lucia antonioli covid
La situazione
A Bergamo 6 casi di variante Covid inglese: attesa per 2 test su quella brasiliana
lotteria scontrini ok
Il provvedimento
Lotteria degli scontrini, tutte le regole: via agli acquisti da lunedì 1° febbraio
tampone coronavirus covid
Il report dell'iss
“Nella seconda ondata Covid 50 mila morti, 1 su 5 in Lombardia”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it