BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Spettacolo Atalanta, Lazio battuta: i nerazzurri in semifinale di Coppa Italia

Decidono i gol di Djimsiti, Malinovskyi e Miranchuk: Gasperini porta i suoi al penultimo atto della competizione per la terza volta (in cinque stagioni)

Più informazioni su

Per la terza volta nell’era Gasperini, la Dea raggiunge le semifinali di Coppa Italia.

A farne le spese in questa edizione dopo il Cagliari è la Lazio di Simone Inzaghi. Le sfide tra neroazzurri e biancocelesti possiedono una costante: lo spettacolo.

Nelle ultime undici sfide, quarantaquattro gol totali (ventisei per l’Atalanta e diciotto per la Lazio); numeri che rappresentano la vivacità di una partita vissuta a fasi alterne.

Capace a tratti di metter all’angolo l’avversario, la formazione ha pagato alcuni momenti di black-out passando in svantaggio nel primo tempo e non riuscendo a chiudere il match con il rigore di Zapata.

Nonostante l’espulsione di Palomino, gli uomini del Gasp sono riusciti a cogliere una vittoria di sacrificio, macchiata da alcuni errori, ma raggiunta grazie a un forte spirito di abnegazione.

Ora si dovrà attendere qualche ora per scoprire chi sarà l’avversaria in semifinale (3/02 andata, 10/02 ritorno) tra Napoli e Spezia.

Nel mezzo ritorna senza sosta la Serie A: domenica (ore 15) a Bergamo ritorna la Lazio.

Le pagelle

Gollini 6: L’estremo difensore emiliano parte leggermente in ritardo sul colpo di testa di Muriqi, mentre nel finale con un colpo di reni respinge quello di Acerbi.

Djimsiti 7,5: L’albanese apre le marcature con un tap-in sulla respinta della retroguardia laziale. Per la seconda partita consecutiva risulta primo per recuperi (diciassette).

Romero 8: L’argentino parte con un intervento scomposto su Pereira che costa al numero 17 il cartellino. Come Milano diventa assistman sfilando palla a Hoedt e servendo Miranchuk. Nel finale guida la difesa (sedici palloni recuperati) alla resistenza immolandosi sulla botta dal limite dell’area di Parolo.

Palomino 5: “El tucumano” si fa sovrastare da Muriqi in occasione del pareggio biancoceleste e al 53′ ferma Lazzari lanciato a rete rimediando il cartellino rosso.

Maehle 6,5: Nel primo tempo l’ex Genk prova a proporsi sulla destra in profondità. Nella seconda parte di gara mette fisico e muscoli a servizio della resilienza atalantina (Caldara S.V.).

Freuler 7: Le parole ormai si sprecano per la sostanza e la costanza nei novanta minuti dello svizzero. Di fatto riesce ad annullare Correa.

Pessina 6: L’ex Verona perde troppo facilmente il contrasto con Acerbi, che porta il difensore della nazionale italiana a realizzare la rete personale. Nella ripresa cresce, fa da collante tra la quasi totalità della squadra chiusa a difendere e la punta Zapata.

Gosens 6,5: Il tedesco deve frenare i suoi istinti di spinta ed è apprezzabile il suo spirito di abnegazione in copertura nella fase più complicata.

Malinovskyi 6,5: Il colonnello dell’Est mette sui piedi di Muriel una ghiottissima palla gol. Quando la Lazio aumenta i giri del pressing inizia a perdere una quantità importante di palloni. Nel finale di primo tempo sigla il 2-2 con un mancino che suona da sentenza per Reina (De Roon 6,5: L’olandese viene chiamato in causa quando serve battagliare con l’elmetto.)

Miranchuk 6,5: Il russo comincia in modo positivo cercando il dialogo veloce con Malinovskyi e Muriel, si perde quando la squadra di Inzaghi alza il pressing. Ha il grande merito di firmare la rete decisiva del 3-2 (Zapata 5,5: Subentra per tenere alta la squadra. Alla seconda sgroppata il numero 91 conquista il rigore, che però non realizza sparando su Pepe Reina).

Muriel 6,5: Al 10′ il colombiano non sfrutta la chance del 2-0, sotto le grinfie di Hoedt fatica molto lungo tutto il primo tempo, ma grazie ad un suo lampo Malinovskyi realizza il gol del 2-2 (Toloi 6,5: Anche il brasiliano contribuisce a rendere la difesa un fortino invalicabile per gli attacchi degli ospiti).

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.