Cuochi e ristoratori volontari, l’Asst Bergamo Est consegna l’attestato di merito ad Ascom - BergamoNews
A cura di

Ascom Bergamo

Il riconoscimento

Cuochi e ristoratori volontari, l’Asst Bergamo Est consegna l’attestato di merito ad Ascom

È stato consegnato nella mattina di mercoledì 27 gennaio l’attestato di merito ad Ascom Confcommercio Bergamo per l’impegno profuso, il lavoro svolto e la solidarietà dimostrata all’Asst Bergamo Est durante il periodo dell‘emergenza Covid-19.

Grazie infatti all’appello di Ascom Formazione-Accademia del Gusto a seguito della richiesta di aiuto del dott. Luca Urbani, responsabile dei servizi logistici-alberghieri dell’Asst Bergamo Est, la lunga catena della solidarietà bergamasca è arrivata anche nelle cucine degli ospedali di Seriate, Alzano e Piario dove, durante il lockdown di marzo e aprile, una cinquantina di cuochi diplomati e operatori della ristorazione hanno prestato servizio a titolo gratuito e volontario. Un gesto a fin di bene, che ha visto tantissimi associati farsi avanti per dare una mano ai “colleghi” delle mense degli ospedali.

“Grazie alla preziosa collaborazione di Ascom Confcommercio Bergamo, la partecipazione del nostro territorio, durante la prima ondata di marzo, è arrivata anche nelle cucine degli ospedali di Seriate, Alzano e Piario – ha sottolineato Francesco Locati, Direttore Generale ASST Bergamo Est -. Ascom, attraverso il suo impegno, il suo appello e la sua mediazione, ci ha permesso di ospitare moltissimi volontari (cuochi, camerieri, personale di sala) delle nostre tre sedi e di continuare a garantire un servizio insostituibile e di vitale importanza come è quello della ristorazione. Il personale operativo nelle mense e nelle cucine non è stato risparmiato dalla pandemia, numerose erano le assenze per malattia. L’imperativo era comunque garantire i pasti a tutto il personale e ai degenti dei nostri presidi. Siamo veramente grati ai più di 50 volontari che in questi mesi hanno reso un servizio encomiabile alle nostre strutture, guidati da altruismo e generosità”.

“Siamo molto orgogliosi di aver contribuito a mantenere operative le cucine e il servizio mensa degli ospedali coinvolti dall’iniziativa che è stata portata avanti dall’Accademia del Gusto – spiega Oscar Fusini, direttore di Ascom Confcommercio Bergamo -. Grazie un post su Facebook sono state raggiunte più di 13 mila persone e in pochi giorni abbiamo ricevuto 260 curriculum e l’azienda sanitaria ha autorizzato al lavoro negli ospedali più di 50 volontari. Voglio dedicare questo attestato ai cuochi, agli operatori e a tutti gli associati che si sono prodigati a fare del bene per Bergamo e per i bergamaschi tramite donazioni e iniziative spontanee e benefiche. Questo riconoscimento premia il merito di tante persone, prima che imprese, che hanno dato il loro contributo nei mesi più bui dell’emergenza sanitaria”.

Alla consegna dell’attestato erano presenti il dottor Luca Urbani e il dottor Gianluca Vecchi, Direttore amministrativo Asst Bergamo Est.

leggi anche
  • L'appello
    Ascom e Confesercenti lanciano il manifesto condiviso per sostenere la ristorazione
    apprendistato ristoranti
  • Con affari di gola
    Le mascherine “Rinascerò rinascerai” con Ascom per sostenere l’ospedale di Bergamo
    ascom rinascerò
  • La reazione
    Nuova stretta della Regione, Fusini (Ascom): “Non può pagare tutta la Lombardia per Milano”
    Oscar Fusini
  • Villa d'almè
    Manichini seduti ai tavoli come clienti: così al bar Kiosko si combatte il lockdown
    Bar Kiosko
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it