Batterie di nuova generazione, la Commissione europea finanzia la bergamasca Green Energy Storage - BergamoNews
La start up

Batterie di nuova generazione, la Commissione europea finanzia la bergamasca Green Energy Storage

GES riceverà un contributo di circa 40 milioni di euro in 6 anni in valore attuale (pari a oltre 60 milioni di euro in valore nominale) che permetterà di realizzare una batteria a flusso tecnologicamente disruptive, al 100% green ed interamente europea.

La Commissione europea ha dato il via libera, nella giornata di martedì 26 gennaio, al secondo Importante Progetto di Interesse Comune Europeo (IPCEI) sulle batterie, a cui partecipano oltre all’Italia anche Austria, Belgio, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Polonia, Slovacchia, Spagna e Svezia.

L’obiettivo del Progetto è quello di creare una catena del valore sostenibile e innovativa che porterà l’Europa a produrre materie prime, celle, moduli e sistemi di batterie di nuova generazione e che consentirà la riconversione e il riciclaggio delle batterie con metodi innovativi e più efficienti.

L’Italia partecipa a questo importante progetto, su impulso del Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, con ben 12 imprese (Endurance, Enel X, Engitec, FCA Italy, Fiamm, Fluorsid Alkeemia, FPT Industrial, Italmatch Chemicals, Manz Italia, Midac, Solvay e la bergamasca – anche se con base a Trento – Green Energy Storage) e due centri di ricerca (ENEA e Fondazione Bruno Kessler), consolidando il proprio presidio innovativo nel campo delle batterie di nuova generazione grazie agli investimenti programmati attraverso questo grande progetto: l’erogazione di aiuti di stato per oltre 600 milioni di euro, produrrà un investimento totale di oltre 1 miliardo a livello nazionale.

GES riceverà un contributo di circa 40 milioni di euro in 6 anni in valore attuale (pari a oltre 60 milioni di euro in valore nominale) che permetterà di realizzare una batteria a flusso tecnologicamente disruptive, al 100% green ed interamente europea.

Rodolfo Pinto - foto nostra
Rodolfo Pinto

“A 5 anni dalla fondazione, partiti da un brevetto e un’idea, Green Energy Storage segna un passo fondamentale della propria crescita, affacciandosi alla prossima fase tra i protagonisti europei del mondo dello storage. Un grande orgoglio essere selezionati dall’Unione Europea e dal MISE nel programma IPCEI sulle batterie con un contributo da oltre 40M di euro in 6 anni” dichiara Rodolfo Pinto, manager che ha seguito l’evoluzione di Ges.

leggi anche
  • Flaei cisl bergamo
    Disagi nell’erogazione di energia elettrica, “I black out si risolvono con più personale”
    enel corrente elettrica
  • I controlli
    Furto di energia elettrica al campo nomadi: intervengono i carabinieri
    Generico dicembre 2020
  • Il bilancio
    Risparmi da energia e acqua, emissioni ridotte del 90%: la sostenibilità di Radici Group
    radici group
  • Confartigianato
    Settimana per l’energia: ecco i video degli eventi
    Settimana per l'energia: ecco i video degli eventi
  • Ad adrara san rocco
    Occupavano una casa abbandonata e rubavano l’energia pubblica: arrestati
    Carabinieri mascherina
  • Confartigianato
    Settimana per l’Energia 2020: il video dell’evento di apertura
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it