BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via libera alla risoluzione sulle norme per il diritto al lavoro dei disabili

Paolo Franco: "Coinvolgere le associazioni, serve maggior impegno per i centri di collocamento mirato"

Via libera dal Consiglio Regionale alla risoluzione sulle norme per il diritto al lavoro dei disabili. La risoluzione, dopo l’iter in Commissione, è approdata nell’aula del Consiglio per l’approvazione finale.

“Ho chiesto un maggior coinvolgimento delle associazioni che, per legge, rappresentano gli operatori di settore  – spiega Paolo Franco, Consigliere Regionale -. Credo sia importante coinvolgere le nostre realtà che vivono, in prima linea, problemi e questioni in modo quotidiano su un tema delicato come quello del diritto al lavoro per i disabili. Inoltre ho chiesto che Regione Lombardia sia in prima linea nei confronti dei centri per il collocamento mirato: serve un potenziamento, ma anche uno snellimento burocratico abbinato a convenzioni che aiutino le aziende, anche le più piccole, per incentivare l’inserimento delle persone con disabilità anche in assenza di obbligo”.

Le proposte di emendamento del consigliere Franco sono state approvate dall’aula. Ora la risoluzione prenderà il suo iter, prevedendo sul tema anche un confronto con il Governo in tema di revisione ed aggiornamento di leggi in materia.

I punti degli emendamenti

– Snellire e migliorare l’apparato burocratico che attualmente spesso impedisce la raccolta di documenti, informazioni e che ostacola il rispetto delle scadenze;

– Incentivare la diffusione di convenzioni ed il conseguente rispetto delle coperture con i grandi enti pubblici;

– Favorire convenzioni che aiutino le aziende più piccole, nelle quali incentivare l’inserimento delle persone con disabilità anche in assenza di obbligo;

– Favorire una maggiore partecipazione delle associazioni di settore;

– Favorire l’incontro fra i bisogni dell’utente e quelli delle aziende

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.