BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atletica, vittoria e record personale per Paolo Gosio sui 60 metri ostacoli

Fra i migliori talenti dell'atletica italiana, l'ex campione italiano allievi pare inarrestabile

Il percorso di crescita di Paolo Gosio appare ormai inarrestabile. Fra i migliori talenti dell’atletica italiana, l’ex campione italiano allievi si è imposto a Casalmaggiore segnando il nuovo record personale sui 60 metri ostacoli.

Alle prime uscite con la maglia dell’Atletica Bergamo 1959, il 17enne di Cividate Camuno si è disimpegnato al meglio fra le barriere da un metro trionfando negli juniores. In grado di fermare il cronometro in 8”02, il giovane bresciano si è aggiudicato la seconda prova abbassando di tre centesimi il primato fissato una settimana fa a Saronno.

Podio e personal best anche per il compagno di squadra Edoardo Corti che ha tagliato il traguardo cremonese in 8”33.

A livello assoluto doppio successo per Erica Maccherone e Fabio Izzo (Atletica Bergamo 1959) che hanno dominato rispettivamente le prove femminile e maschile. La 22enne di Azzano San Paolo è apparsa più veloce nella serie inaugurale anticipando Rebecca Provenzi (Atletica Pianura Bergamasca) e terminando le proprie fatiche in 8”81.

Discorso simile per il 20enne allenato da Fausto Frigerio, fermatosi a soltanto un centesimo dalla miglior prestazione personale ottenuta poco sette giorni prima nel Varesotto.

Fra le Under 18 ulteriore affermazione per la società cittadina che a Modena si è imposta con Chiara Minotti. L’allieva di Angelo Alfano ha tagliato la linea d’arrivo con un doppio 8”65 limando il proprio record di sedici centesimi.

A Padova passo indietro per Nicholas Nava (Atletica Bergamo 1959) che nel salto in alto non è riusciti ad andar oltre quota 2,00 metri cogliendo la terza posizione assoluta.

Nel mezzofondo piazza d’onore per Alessandro Lotta (Gruppo Alpinistico Vertovese) che sui 1500 metri centra il miglior tempo di sempre indoor fermando il cronometro in 3’54”25 avvicinando anche quello all’aperto.

Sui 400 metri podio sfiorato infine per Davide Frigeni (Atletica Bergamo 1959 Oriocenter) che ha colto il quarto posto in 50”26.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.