BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giulio Regeni è la sete di giustizia dentro ognuno di noi

Giulio è una fonte di ispirazione per tutti noi; per le future generazioni, per chi come lui crede ancora che possa esistere un mondo migliore

Più informazioni su

Ricorre oggi, 25 gennaio 2021, l’anniversario della scomparsa di Giulio Regeni, giovane dottorando italiano dell’Università di Cambridge, torturato e ucciso nel 2016 in Egitto, luogo in cui si trovava per svolgere la sua attività di ricerca.

Se mi dovessero chiedere in poche parole “Chi è Giulio?”, che sia un bambino o un adulto, risponderei che Giulio è la curiosità dentro ognuno di noi; quella voglia di sapere, di imparare, di cercare e di scovare. Una ricerca continua che però non si limita solo alle cose belle ma anche a quelle che lo sono un po’ meno, quelle più oscure e anche lontane da casa, in quelle zone dove i diritti vengono quotidianamente violati.

E alla domanda: “Ma perché lo ha fatto?”. Risponderei che lo ha fatto per amore. Per amore del rispetto, della verità, per la sete di giustizia; quella che ognuno di noi sente dentro e che ci porta a fare determinate scelte, che ci porta anche ad imbatterci anche con delle realtà macabre e violente.

Giulio è una fonte di ispirazione per tutti noi; per le future generazioni, per chi come lui crede ancora che possa esistere un mondo migliore, un mondo meno violento e più unito.

Oggi, quinto anniversario della morte di Giulio, vista l’impossibilità di svolgere le consuete fiaccolate nelle piazze di tutta Italia è stato richiesto di accenderle attraverso la Rete, le piattaforme social che usiamo quotidianamente. La richiesta è banale ma significativa: un supporto giallo e una frase che chieda verità e giustizia per Giulio.

La campagna “Verità per Giulio Regeni” ha raccolto numerose adesioni tramite il portale di Amnesty International Italia, dove risulta aver aderito anche il Comune e la Provincia di Bergamo, mentre l’Università non risulta dall’elenco stilato sul sito poiché fa parte della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) che nel 2016 ha manifestato, attraverso una dichiarazione, la propria solidarietà alla causa.

A tal proposito ecco la dichiarazione di Remo Morzenti Pellegrini, rettore dell’Università degli studi di Bergamo e membro dell’assemblea della CRUI: “L’anniversario della scomparsa di Giulio Regeni, ma anche le vicende di Ahmadreza Djalali e Patrick Zaki, ci ricordano il doveroso impegno nella condanna delle violazioni dei diritti umani. Lo dobbiamo a questi ragazzi e alle loro famiglie, soprattutto come esseri umani. Fin dalla vicenda Regeni abbiamo deciso di muoverci come intero sistema accademico, come CRUI, proprio per dar maggior forza e voce nella lotta ai diritti di questi ragazzi”

Recentemente il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha istituito cinque riconoscimenti intitolati a Giulio Regeni, che saranno conferiti ogni anno il 15 gennaio, in occasione della data di nascita del giovane ricercatore. Un invito, ma anche una grande opportunità da cogliere.

Dunque, colleghe e colleghi, per chiunque volesse scrivere una tesi di laurea magistrale o di dottorato dedicate al tema della tutela dei diritti umani in ambito economico, sociale e politico, ecco il link per avere maggiori informazioni a riguardo: https://www.miur.gov.it/web/guest/-/ricerca-istituito-il-premio-regeni-cinque-riconoscimenti-per-tesi-dedicate-alla-tutela-dei-diritti-umani-il-ministro-fioramonti-perche-i-valori-di-giu

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.