BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Supergigante di Crans Montana, Sofia Goggia fuori a poche porte dalla fine

La 28enne di Astino ha sbagliato la direzione d'uscita dal salto finale che le è costato il terzo podio consecutivo

Supergigante beffardo per Sofia Goggia che ha dovuto dire addio ai sogni di un terzo podio consecutivo a Crans Montana.

La 28enne di Astino ha infatti sbagliato la direzione dell’ultimo salto della Mont Lachaux finendo sulle code e saltando così la terz’ultima porta prima del traguardo.

Sbilanciata già dopo poche curve, la finanziera orobica aveva ritrovato la stabilità nell’azione rimanendo agganciata alla migliori sino al dente conclusivo che le è costato la seconda posizione alle spalle di Lara Gut-Behrami.

“E’ un gran peccato perché ho buttato un’occasione a poche porte dall’arrivo – ha sottolineato nel dopo-gara la campionessa olimpica -. Sono arrivata con troppa pressione sul dente e non mi aspettavo di saltare così lunga, per cui è già bello rimanere in piedi. Lascio Crans Montana con l’amaro di questa gara, spero di rifarmi nelle prossime”

Sulla pista di casa la 29enne ticinese ha legittimato ulteriormente la propria leadership nella specialità sapendo sfruttare al meglio le linee pulite dagli organizzatori dopo la nevicata della notte.

Seconda piazza per l’austriaca Tamara Tippler che ha preceduto una rediviva Federica Brignone, al ritorno sul podio a distanza di un mese dal terzo posto di Val-d’Isère.

Brava a porre attenzione ai numerosi trabocchetti presenti lungo il pendio elvetico, la 30enne di La Salle ha fatto la differenza sul muro lasciandosi alle spalle la compagna di squadra Francesca Marsaglia.

“Sono contenta perchè tatticamente ho fatto una bella nonostante avessi pochi riferimenti – ha sottolineato la valdostana -. In alcuni punti ho avuto ancora troppo rispetto per cui non sono riuscita a lanciarmi come volevo”.

Buona prova anche per Marta Bassino che, nonostante un’imperfezione sul primo salto, ha terminato le proprie fatiche in ottava posizione guadagnando punti pesanti in classifica generale.

Oltre a Sofia Goggia, la tracciatura disegnata da Giovanni Feltrin ha messo in difficoltà diverse atlete a partire dalla leader della classifica generale Petra Vhlova che ha sbagliato l’impostazione del “Salto del Presidente” saltando la porta successiva

Medesimo discorso per l’elvetica Wendy Holdener che ha commesso lo stesso errore della slovacca dovendo così abbandonare ogni velleità di vittoria.

Spavento invece per l’austriaca Stephanie Venier che, dopo la caduta di venerdì, è finita nuovamente nelle reti dopo aver corretto la direzione poco prima di un “dentello”.

Il Circo Bianco non si ferma e nella mattinata di martedì 26 gennaio si trasferirà in Alto Adige per lo slalom gigante di Kronplatz.

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.