BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Coppa del Mondo, a Chiesa in Valmalenco Michela Moioli sfiora il podio

La 25enne di Alzano Lombardo non è riuscita a bissare il successo dell'esordio terminando la finale in quarta posizione

Il primo week-end di Coppa del Mondo si chiude con un esito amaro per Michela Moioli.

La campionessa olimpica ha infatti chiuso la seconda prova di Chiesa in Valmalenco in quarta posizione facendosi così sfuggire l’opportunità di conservare la leadership in classifica generale.

Chiamata ad affrontare gli ottavi di finale dopo l’annullamento delle qualificazioni, la 25enne di Alzano Lombardo ha superato i quarti senza problemi vincendo il derby con Raffaella Brutto e Francesca Gallina.

Apparsa più reattiva rispetto al giorno precedente, la portacolori dell’Esercito ha saputo tener testa agli attacchi della francese Manon Petit Lenoir facendo la differenza nella seconda parte del tracciato.

Compito più difficile in semifinale per la fuoriclasse bergamasca che si è aggiudicata la propria batteria dopo aver fatto i conti con la determinazione delle avversarie e con un contatto con la francese Chloe Trespeuch.

Finale in calo per la giovane seriana che, dopo esser uscita al meglio dal cancelletto, ha dovuto lasciare spazio alle avversarie, in particolare la ceca Eva Samkova che ha battuto al fotofinish Faye Gulini e la transalpina Julia Pereira de Sousa Mabileau.

Semifinali ancora una volta fatali per Sofia Belingheri che, dopo aver superato al meglio i turni precedenti, è finita a terra dopo un salto.

Nonostante il duro impatto con il fondo valtellinese, la 25enne di Roncola San Bernardo ha preso parte alla small final cogliendo l’ottavo posto assoluto.

In campo maschile fuori ai sedicesimi di finale Thomas Belingheri (Scalve Boarder Team), mentre il compagno di squadra Niccolò Colturi non ha superato il taglio delle pre-heats.

L’attenzione di Michela Moioli sarà ora rivolta ai Campionati del Mondo in programma a Idre Fjall il prossimo 11 febbraio con l’obiettivo di conquistare il primo titolo iridato.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.