• Abbonati
Nel marzo 2022

Expo Dubai, dalla Scame Parre le stazioni di ricarica per i veicoli elettrici

L'azienda bergamasca è stata selezionata per la fornitura di oltre 47 stazioni di ricarica all'interno della manifestazione universale che si terrà a Dubai da ottobre 2021 ad aprile 2022

Scame Parre è stata selezionata come fornitore del progetto che prevede l’installazione di oltre 47 stazioni di ricarica dei veicoli elettrici per l’Expo 2021, che verranno dislocate nei 2 edifici principali collegati ad Al Wasl Plaza, cuore del sito di Expo di Dubai e nuovo principale punto di riferimento architettonico.

Lo scorso 4 maggio 2020 il Bureau international des Exposition ha comunicato lo spostamento della manifestazione da ottobre 2021 fino al mese di marzo del 2022, così come richiesto dal Governo degli Emirati Arabi Riuniti, a causa dell’emergenza pandemica dovuta al Covid 19.

Situato nel nuovo quartiere fieristico Dubai Trade, il centro del sito è la piazza Al Wasl, denominata con l’antico nome di Dubai, il cui significato è “la connessione”; da essa si dipanano, come tre grandi petali, le tre aree tematiche della manifestazione: opportunità, sostenibilità e mobilità. Tutti i viali attorno alle aree tematiche e la stessa piazza centrale saranno ricoperti di tende ricoperte da fotovoltaico che genererà il 50% dell’energia richiesta dall’intero sito espositivo. I trasporti all’interno del sito sono garantiti da una cabinovia e per l’accesso al sito verranno messi a disposizione 750 bus a emissioni zero.

L’esperienza ventennale della società bergamasca nel settore della mobilità elettrica, l’alta qualità e affidabilità delle soluzioni Scame, il design italiano (le ultime stazioni di ricarica Scame sono firmate dallo studio di design Trussardi & Belloni), la competenza tecnico-applicativa delle persone della filiale Scame Dubai sul territorio, il supporto pre e post vendita, la presenza di un servizio di assistenza tecnica efficace e di personale altamente qualificato hanno portato Expo Dubai a scegliere Scame Parre per la fornitura delle stazioni di ricarica dell’hub.

L’azienda bergamasca “è orgogliosa di rappresentare il made in Italy in un evento di rilevanza globale dopo la pandemia e che collimerà con una fase di rilancio dell’economia nazionale anche attraverso l’export”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Generico febbraio 2020
Ha 24 anni
Ilaria De Capitani, studentessa di Bergamo selezionata per l’Expo di Dubai
assolombarda
Milano
L’industria lombarda sigla protocolli d’intesa per Expo Dubai 2020
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI