Arrestato all'aeroporto di Bergamo corriere della droga con mezzo chilo di coca purissima - BergamoNews
Traffico internazionale

Arrestato all’aeroporto di Bergamo corriere della droga con mezzo chilo di coca purissima

Finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Orio al Serio, insieme al personale della locale Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un passeggero in transito

Finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Orio al Serio, insieme al personale della locale Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un passeggero in transito presso l’aeroporto bergamasco “il Caravaggio”, con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Il corriere, un trentaseienne di origine dominicana, proveniente da Barcellona con volo atterrato alle 8 del mattino, è stato sottoposto a controllo dai militari.

Nella circostanza, la persona fermata ha fornito risposte poco convincenti e alquanto evasive circa la destinazione e le ragioni del suo viaggio in Italia. È stato così che si è deciso di ispezionare il bagaglio a mano al seguito del passeggero senza trovare nulla di irregolare. Successivamente, notando un certo stato di nervosismo, è stata operata una perquisizione personale del passeggero che ha consentito di scoprire, nascosto dietro la schiena sotto i vestiti, un involucro contenente 34 ovuli di cocaina, come rivelato dal drop test utilizzato per stabilire il tipo di stupefacente.

La droga rinvenuta, del peso complessivo di circa mezzo chilo, dato il suo elevato grado di purezza, avrebbe consentito, una volta tagliata, la preparazione di un cospicuo numero di dosi destinate allo spaccio.

L’uomo, senza precedenti, è stato così dichiarato in arresto per traffico internazionale di sostanze stupefacenti, sottoposto ai previsti rilievi fotodattiloscopici e condotto in carcere a Bergamo, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Nonostante la diminuzione del flusso di passeggeri a causa delle restrizioni dovute al Covid-19, i criminali cercano comunque di non interrompere i loro illeciti traffici, tentando in tutti i modi di eludere i controlli, motivo per il quale è richiesto sempre un altissimo livello di attenzione al presidio dei varchi doganali.

leggi anche
  • Bassa
    Blitz a Covo, il video della polizia che trova soldi e cocaina sotto una mattonella
    polizia droga sotto mattonella
  • Bassa
    Pumenengo, spaccio di cocaina fuori dal cimitero: due arresti
    carabinieri sera notte
  • Carabinieri
    Fuori dal proprio comune con 5 chili di cocaina nel furgone: 35enne in manette
    Generico gennaio 2021
  • Abitava a grassobbio
    In carcere a Bergamo, 34enne continuava a gestire lo spaccio di cocaina
    cocaina treviolo
  • La novità
    Rossini: la prima giacca da lavoro a visibilità attiva sviluppata in collaborazione con Osram
    Rossini - giacca
  • Polizia locale
    Bergamo, adolescenti in festa con hashish: scoperti grazie alla app 1Safe
    adolescenti sequestro festa bergamo
  • Aeroporto
    La tecnologia di Leonardo atterra ad Orio: nuova smistatrice per la gestione dei bagagli
    aeroporto - nostra
  • Il rapporto
    Crisi del trasporto aereo, “Anche Bergamo rischia lo tsunami”
    aeroporto - nostra
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it