Quantcast
L'Atalanta non va oltre l'1-1 a Udine: un pari che frena le ambizioni di vertice - BergamoNews
Serie a

L’Atalanta non va oltre l’1-1 a Udine: un pari che frena le ambizioni di vertice

Dopo il punto conquistato con il Genoa domenica a Bergamo, arriva un altro pareggio per la squadra di Gasperini che frena la sua scalata alla classifica

Anche a Udine l’Atalanta esce dal campo con un pareggio che frena ulteriormente le ambizioni di agganciare il terzo posto in classifica.

A render un match pieno di insidie ancor più pericoloso ci pensa Pereyra che, dopo soli ventiquattro secondi, infila la retroguardia nerazzurra.

Complice un avversario compatto e resistente in difesa, la formazione orobica fatica a trovare la via del goal riuscendo a pareggiare con il solito Muriel, sfruttando una delle poche occasioni capitate sul terzetto d’attacco atalantino.

Eccetto un rigore richiesto dai padroni di casa e non accordato da Calvarese (con l’aiuto del Var Giacomelli), i ragazzi di Gasperini rischiano poco totalizzando due punti in pochi giorni.

Sabato alle 18 Zapata e compagni saranno di scena a San Siro contro la capolista per cercare di chiudere al meglio il girone di andata.

Le pagelle

Gollini 5: Il ferrarese non è impeccabile nell’uscita sul gol di Pereyra e sempre nel primo tempo rischia di mandare tutto a monte facendosi scivolare la palla dalle mani e urtando lo stesso calciatore argentino. Il numero 95 deve ringraziare Calvarese.

Toloi 6: È da ammirare la sua volontà continua di partecipare all’azione offensiva, la capacità di inserirsi in area e la ricerca del dialogo puntando la porta avversaria.

Romero 6: Duello corpo a corpo con Lasagna per il centrale argentino il quale va a prendere spesso anche De Paul senza utilizzare mezze misure. Va vicinissimo alla rete con un colpo di testa che sfiora il palo alla destra di Musso.

Palomino 5,5: Più di un affanno per il numero 6 che agisce sul centrosinistra. Da rivedere il raddoppio di marcatura per certi versi incomprensibile su Lasagna nell’occasione del vantaggio friulano.

Hateboer 5,5: Senza Ilicic nei pareggi il suo apporto ne risente e infatti il 33 atalantino non incide sulla fase di spinta in modo convincente. (Gosens 6: Il tedesco non riesce a dare la scossa nonostante un paio di corner conquistati e qualche buona intenzione di giocata).

De Roon 5,5: Giornata a tratti offuscata per il mediano olandese che ricorre molte volte all’intervento falloso e appare più nervoso del solito.

Pessina 6: Il numero 32 parte sulla linea di centrocampo, ma prova sempre a fare da collante tra i due reparti (vedi occasione in cui lancia Miranchuk verso la porta). Nel finale torna in posizione di centrocampista, ma la gara offre purtroppo pochi spunti per potersi esprimere.

Maehle 6,5: La nota più lieta del pomeriggio grigio (e non solo per il cielo piovoso) atalantino. Il danese mette in vetrina e dimostra di avere già alcuni fondamentali: buona intesa con i compagni nel fraseggio, piedi per effettuare cross (come quello sulla testa di Romero) e coordinazione al tiro(ottimo riflesso di Musso in quella circostanza.

Malinovskyi 5: Terza occasione consecutiva non sfruttata per il nazionale ucraino. Emblematico il momento in cui solo davanti a Musso decide inspiegabilmente di toccare di tacco all’indietro.
(Freuler S.V.).

Miranchuk 5,5: L’ex Spartak Mosca alterna (poche) invenzioni a (molti) errori nei passaggi finali. A sua difesa va dichiarato come agisse prevalentemente sulla destra e non sulla sinistra. Nella ripresa tenta il tiro dal bordo dell’area , una conclusione che sibila all’incrocio. (Ilicic 6: Come contro il Genoa, l’illusionista parte molto dal basso e viene steccato in molte occasioni. Basterebbe però un suo lampo sul filtrante per Malinovskyi per cambiare la partita).

Muriel 6,5: L’attaccante di Santo Tomas compie il proprio dovere, ossia sul tramonto del primo tempo va in rete salvando una prestazione non proprio brillante nella tenuta della palla e dell’appoggio ai compagni di reparto. (Zapata 5,5: È impressionante come i friulani vadano in tre o quattro sul colombiano per impedire al numero 91 di poter dare pericolosità all’attacco).

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
complesso santo spirito - recupero
Complesso di santo spirito
Entro il 2023 rinascerà l’ex hotel Commercio a Bergamo
Gasperini
Da zingonia
Gasp alla vigilia del Milan: “Momento positivo, faremo bella figura”
Atalanta Milan
La presentazione
L’Atalanta al cospetto del Milan di Ibra: sfida (non impossibile) alla capolista
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI