Maurizio Martina esce, alla Camera entra Giovanni Sanga - BergamoNews
Nelle file del pd

Maurizio Martina esce, alla Camera entra Giovanni Sanga

Adesso andrà verificata la compatiblità delle cariche del presidente della Sacbo con il seggio a Montecitorio: intanto a Roma, nei banchi della maggioranza del governo Conte, per un bergamasco che esce uno rientra

Giovanni Sanga, Partito Democratico e presidente della società di gestione dell’aeroporto di Bergamo (la Sacbo) è da oggi, mercoledì 20 gennaio, di nuovo in Parlamento. La giunta per le elezioni della Camera ha verificato un dato già noto e cioè la non compatibilità del nuovo ruolo di Maurizio Martina, vicedirettore aggiunto alla Fao, con quello di deputato. Per questo l’ex ministro alle Politiche agricole decade e il suo posto viene coperto dal primo dei non eletti, Giovanni Sanga, appunto.

Adesso andrà verificata la compatiblità delle cariche del commercialista della Valcavallina con il seggio a Montecitorio: intanto a Roma, nei banchi della maggioranza del governo Conte, per un bergamasco che esce uno rientra.

leggi anche
  • Fotonotizia
    Per Martina parte l’avventura in Fao: lo scatto con il direttore generale Qu Dongyu
    Martina Fao
  • L'annuncio
    Maurizio Martina lascia gli incarichi politici per un prestigioso ruolo alla Fao
    maurizio martina (dal profilo facebook)
  • Aeroporto
    Giovanni Sanga nominato presidente di Sacbo
    Giovanni Sanga
  • Gli scenari
    Sanga presidente Sacbo e parlamentare: che succede ora? La Lega: lasci l’aeroporto
    Giovanni Sanga
  • Il documento
    Aeroporto, i sindaci del Tavolo unanimi: “La leadership resti pubblica e vicina al territorio”
    sanga orio
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it