Quantcast
"Chiedilo al notaio", la consulenza gratuita debutta al Comune di Zanica - BergamoNews
Dal 2 febbraio

“Chiedilo al notaio”, la consulenza gratuita debutta al Comune di Zanica

Per fissare il colloquio è necessario rivolgersi all’Ufficio Segreteria del Comune di Zanica telefonando al numero 035 42 45 823 ovvero inviare una mail a comune@comune.zanica.bg.it

Per la prima volta il Comune di Zanica offre ai suoi cittadini un servizio di consulenza notarile gratuita. Con “Chiedilo al Notaio”, dal 2 febbraio e per tutti i primi martedì dei mesi successivi, i cittadini – singoli o riunioni in associazioni, gruppi, comitati – e le imprese che operano nel Comune possono usufruire, su appuntamento, di un colloquio con il notaio, che dalle 9.30 alle 12.30, sarà disponibile nella sede del Comune, in via Roma, 35, per rispondere a dubbi e domande in materia civile, societaria, successoria e testamentaria.

Per fissare il colloquio è necessario rivolgersi all’Ufficio Segreteria del Comune di Zanica telefonando al numero 035 42 45 823 ovvero inviare una mail a comune@comune.zanica.bg.it

Il servizio non sarà operativo nei mesi di luglio, agosto e dicembre.

“Ringrazio il Sindaco – dichiara Maurizio Luraghi, Presidente del Consiglio Notarile di Bergamo – per aver reso possibile anche presso il Comune di Zanica l’iniziativa “Chiedilo al Notaio”, che punta a creare per i cittadini un luogo di ascolto e di orientamento su scelte importanti della propria vita economica e professionale che prevendono l’intervento del notaio, come l’acquisto di una casa per le giovani coppie o le disposizioni sui propri beni per gli anziani e molto altro”.

La consulenza notarile è a cura di Giuliana Vacirca, notaio assegnato al Comune di Zanica.

“Attraverso iniziative come quella di “Chiedilo al Notaio” – dichiara Luigi Alberto Locatelli, Sindaco di Zanica – il Comune svolge pienamente la propria funzione di tramite tra i cittadini e l’accesso ai servizi utili alla collettività. La presenza del notaio Giuliana Vacirca sul nostro territorio ha reso possibile l’avvio della collaborazione e ringrazio lei ed il Consiglio Notarile di Bergamo per l’attenzione dimostrata verso la nostra realtà locale”.

“Chiedilo al Notaio” è l’attività di consulenza gratuita ai cittadini promossa dal Consiglio Notarile di Bergamo. Inaugurata nel 2007, ogni sabato mattina presso la sede del Consiglio Notarile in viale Vittorio Emanuele n. 44 sono a disposizione dei cittadini, previo appuntamento telefonico (035.224065), due notai. Nel 2020 sono stati n. 50 i colloqui con i cittadini (un numero che, paragonato al 2019 – n.392 colloqui – ha risentito delle misure restrittive adottate per far fronte all’emergenza sanitaria), che hanno avuto ad oggetto, in particolare, quesiti in materia civile (compravendite, preliminari, garanzie, immobili da costruire, tutele acquirenti edilizia economico popolare, catasto, servitù, affitti), fiscale e successoria (devoluzione, accettazione, gestione della massa, redazione testamento).

Nel corso del 2020 il servizio “Chiedilo al Notaio” è stato attivato anche presso il Comune di Scanzorosciate e Stezzano in collaborazione con le amministrazioni locali.

leggi anche
Dati Regione
I dati di martedì 19 gennaio
Covid: 17 positivi a Bergamo e meno di mille in Lombardia, 57 i decessi
Il concerto di Youssou N'Dour a Trezzo
Antitrust
Illeciti nella vendita di biglietti dei concerti: maxi multa da 10 milioni a TicketOne
Dispositivi medicali donati da ats
L'iniziativa
Bergamo, solidarietà senza fine: donati un ecografo alle Usca e 5 respiratori per le Rsa
lingotto dogana aeroporto
Dogana
Aeroporto di Orio, sequestrato un lingotto d’oro da 51mila euro
Punto poste ip
La novità
Bergamo e Zanica: i distributori Ip abilitati a Punto Poste Italiane
MyFair Bergamo
Alternative marketing
L’affascinante feed di MyFair Bergamo
rifiuti umido
La replica
Raccolta dell’umido a Verdellino, Aprica: “Due segnalazioni in sei mesi”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it