Quantcast
Gasperini non vuole passi falsi a Udine: "Partita insidiosa, serve massima attenzione" - BergamoNews
Da zingonia

Gasperini non vuole passi falsi a Udine: “Partita insidiosa, serve massima attenzione”

Il tecnico dell'Atalanta: "Col Genoa è stata dura, ma ora conta restare attaccati al gruppo di testa. Muriel e Zapata insieme? È una possibilità"

Ancora fuori Pasalic, “un po’ indietro nel recupero”, gli altri sono tutti a disposizione per domani a Udine, compreso Caldara. Con Pessina probabile al rientro dall’inizio al posto di Malinovskyi, come Romero in difesa.

Gian Piero Gasperini, nella conferenza stamka della vigilia di Udinese-Atalanta, ribadisce anche la sua opinione su Lammers che le voci di mercato darebbero in partenza: “Per me se le cose stanno così resta, abbiamo una rosa equilibrata. Sempre alla ricerca del vice Ilicic, ma ci stiamo provando anche con Malinovskyi, con Miranchuk”.

Lo 0-0 col Genoa? “Ci mancano un po’ i gol da palla inattiva, come abbiamo fatto con Sutalo in Coppa, più che i gol dei difensori. E i rigori, quelli fanno tantissima differenza, domenica ce n’era uno clamoroso… “.

A proposito, l’Atalanta ne ha avuti 2, il Milan 12 in 18 partite: dovete essere più bravi? Sorride: “Ecco, forse in area dobbiamo essere più bravi”. O serve più esperienza come Ibra? “Anche quella conta”.

A Udine un’altra opportunità per salire al terzo posto: “Certo se avessimo vinto col Genoa sarebbe stato meglio, però quel che conta è stare agganciati al gruppo delle prime, questa è una corsa a tappe in tanti giorni e ogni partita è fondamentale. Ma siamo messi bene e in buona compagnia”.

Col Genoa è stata una partita difficile, loro molto chiusi, si aspetta lo stesso copione dall’Udinese? “Sono squadre speculari, ma il Genoa nel primo tempo è stato pericoloso, poi si è chiuso: merito anche del Genoa che si è difeso con accanimento e non ci ha fatto passare, l’Udinese è un’ottima squadra con qualche difficoltà a fare risultato, per questo la sua classifica è delicata, è un campionato molto equilibrato. Hanno fatto pochi punti in casa? Ma le statistiche lasciamo il tempo che trovano”.

Tornando però alla partita di domenica pareggiata col Genoa, Gasp sottolinea che “nel campionato italiano è difficile vedere una squadra che domina il gioco come abbiamo fatto noi nel secondo tempo. Se sono preoccupato perché abbiamo speso tante energie? No, stanno tutti bene”.

Non ha pensato di riproporre a Udine la coppia Muriel-Zapata? “Vediamo, è una possibilità, credo anche che l’Udinese proverà a giocare più aperta, sia noi che loro vogliamo vincere, sarà una partita aperta da affrontare con la massima attenzione”.

Infine un occhio alla classifica: “Credo che 35 punti siano il nostro record a fine andata, siamo vicini e dopo il Milan avremo un riferimento più preciso sulla nostra classifica”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Ajax-Atalanta
Serie a
Il Genoa fa le barricate e l’Atalanta non passa: 0-0 al Gewiss Stadium
Gasperini
Serie a
Atalanta-Genoa, la diretta del match
Atalanta-Sassuolo
Appunti & virgole
Atalanta, il gol resta in frigorifero, ma è sempre +1 sullo scorso anno
Atalanta-Genoa
La partita
Genoa solido, l’Atalanta si ferma al palo: ora subito testa a Udine
Punto poste ip
La novità
Bergamo e Zanica: i distributori Ip abilitati a Punto Poste Italiane
Atalanta
La presentazione
L’Atalanta a Udine per dare l’assalto al terzo posto: Gasp pensa a Zapata-Muriel
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI