Quantcast
Due agenti scomparsi e multe in calo: il 2020 della Polizia locale di Treviglio - BergamoNews
Il bilancio

Due agenti scomparsi e multe in calo: il 2020 della Polizia locale di Treviglio

Il sindaco Imeri: “Il primo pensiero va a chi non è più con noi". Raddoppiano le persone denunciate: a incidere quelle per violazione delle norme Covid

E’ stato un anno particolarmente difficile per la Polizia Locale di Treviglio che oltre a doversi confrontare con le difficoltà della pandemia da Covid-19 ha affrontato i lutti dell’agente Adriano Ronchi e del Comandante Antonio Nocera, che saranno entrambi ricordati nel corso della messa in onore di San Sebastiano, patrono della Polizia Locale, in programma mercoledì al Santuario della Madonna delle Lacrime.

La ricorrenza del santo patrono rappresenta anche l’occasione per il tradizionale report sulle attività del 2020, illustrato dal sindaco Juri Imeri. “Il primo pensiero è rivolto a chi non è più con noi – premette il primo cittadino – E’ poi importante ringraziare tutti i nostri uomini e le nostre donne della Polizia Locale che in un anno particolarmente difficile hanno dimostrato grande senso del dovere collaborando in modo costruttivo e propositivo soprattutto in questa fase di interim necessaria per l’individuazione del nuovo comandante e per concludere i concorsi sospesi dai vari Dpcm per l’assunzione di nuovi agenti”.

E proprio dal personale parte l’analisi della situazione. Entro l’estate sono previste le assunzioni due agenti categoria C e di un dipendente categoria D (in sostituzione di un pensionamento previsto nel 2021), oltre al comandante per il quale è in corso la procedura di mobilità.  Va ricordato che nel 2020 è stata anche sottoscritta la convenzione con Castel Rozzone.

Importanti investimenti. E le telecamere superano quota 200

Il 2020 è stato un anno particolarmente significativo sul fronte degli investimenti: sono stati infatti impegnati oltre 160mila euro per l’installazione del nuovo sistema per il controllo dei varchi di accesso alla ZTL, per l’acquisto di un nuovo autovelox portatile, per la fornitura di una piattaforma per la gestione degli incidenti stradali, per la manutenzione e l’implementazione della videosorveglianza e il contributo al Comune di Bergamo a seguito dell’adesione al protocollo operativo per la gestione del Server Centrale di Telecontrollo Targhe. Sono state inoltre investite risorse per l’acquisto di foto-trappole per gli abbandoni dei rifiuti, per l’allestimento della cella di sicurezza sulla pattuglia Alfa Romeo Giulietta e per il rinnovo di tutto l’apparato radio (consolle centrale operativa, radio portatili, radio veicolari). E nei prossimi giorni è prevista anche l’installazione di ulteriori telecamere presso le aree esterne degli istituti scolastici di viale Merisio e via Torta, grazie anche al finanziamento ottenuto nell’ambito del progetto ministeriale Scuole Sicure.

“Abbiamo rispettato il programma di mandato installando 13 nuove telecamere in largo Caprera, nel parco della scuola Grossi, al centro sportivo “Mazza” e in via Vespucci, oltre alle telecamere in viale Buonarroti e in via Calvenzano e in via Aldo Moro – commenta il Sindaco – L’impegno è stato significativo anche sul fronte della manutenzione, perché è importante allargare il numero di occhi elettronici, ma anche che l’impianto sia sempre efficiente e funzionante.

Nel 2020 abbiamo installato in totale 31 nuove telecamere, portando a 107 il totale degli apparecchi posizionati nel nostro mandato, ai quali si sommano quelli presso l’area mercato, il porticato del Tnt, l’area interna della fiera e quelli del parcheggio del condominio “Al Centro”. In totale sono oltre 200 telecamere, un risultato importante in termini di prevenzione e di indagine, come confermano le 245 richieste di immagini nel corso dell’anno”.

Rifiuti: aumentano i controlli e le sanzioni

Negli ultimi anni, anche grazie alla task force voluta dall’Amministrazione che vede coinvolti G.Eco e Ufficio Ambiente, è cresciuta in modo significativo l’attenzione alle tematiche ambientali: nel 2020 sono stati 353 i verbali emessi per le violazioni inerenti la tutela ambientale, l’errato conferimento rifiuti e l’imbrattamento del suolo pubblico. Sono stati effettuati anche 72 controlli presso i centri di raccolta per la verifica corretto conferimento rifiuti o conferimento rifiuti da parte di cittadini non trevigliesi.

“Abbiamo spinto molto su questo fronte, perché crediamo sia un dovere dell’amministrazione tutelare i tantissimi cittadini che rispettano l’ambiente e le regole – continua il sindaco – Nelle prossime settimane promuoveremo anche una ulteriore campagna per il decoro urbano e l’auspicio è che le sanzioni di questi due anni, la sensibilizzazione costante e l’attenzione al nostro territorio permettano di diminuire le sanzioni e avere una città ancora più pulita e ordinata”.

Sanzioni

Nell’anno contrassegnato dal Covid-19 la Polizia Locale ha emesso 290 verbali per inosservanza dei Dpcm/Ordinanze regionali, oltre a svolgere parecchie attività di Ordine Pubblico per effetto delle ordinanze del Questore di Bergamo.

Rispetto alle sanzioni “stradali”, nel 2020 si sono registrate 12938 multe (19096 nel 2019), con un aumento esponenziale per quelle erogate per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza (da 75 a 221).

Crescono anche quelle per guida senza patente (da 15 a 40) e quelle per la mancata copertura assicurativa, passate dalle 88 del 2018 alle 281 del 2019 alle 317 del 2020 grazie anche all’implementazione della tecnologia.

Diminuiscono invece le sanzioni per l’uso del cellulare (da 346 a 221) e quelle a seguito di accertamento con autovelox/telelaser sulle strade, da 129 a 92.

I servizi notturni, Trevi e le denunce

Anche nell’anno 2020 sono stati confermati ed effettuati i servizi notturni: sono stati 84 i turni che svolti dalle 19 alle 00.50 e 14 quelli dalle 22.10 alle 4, attività concentrata prevalentemente nei weekend e spesso in collaborazione con le altre forze dell’ordine.

La chiusura delle scuole ha limitato le giornate di servizio di Trevi, il cane antidroga, che ha comunque prestato servizio per 80 giornate nei parchi pubblici, nelle aree più frequentate e nelle zone oggetto di segnalazioni.

Sono state invece 89 le persone denunciate, in aumento rispetto alle 47 persone del 2019: a incidere le 34 denunce per violazione delle norme Covid.

“Le statistiche dell’anno 2020, fortemente condizionate dall’emergenza sanitaria che ha cambiato le abitudini dei cittadini, evidenziano l’intenso lavoro della polizia locale di Treviglio, impegnata su più fronti – conclude il sindaco – Non dimentichiamo infatti le numerose ore dedicate alla vigilanza fuori dalle scuole e al mercato, il ruolo fondamentale della centrale operativa, tutte le autorizzazioni rilasciate per l’accesso alla ztl, i permessi disabili, le occupazioni di suolo pubblico, i pareri e le attività delle vigilesse di quartiere, oltre a quelle per la tutela degli animali. E’ un lavoro intenso e ricco di sfaccettature, che evidenzia la costante crescita della nostra polizia locale anche grazie agli investimenti e al potenziamento della tecnologia che abbiamo sempre garantito e che continueremo a garantire, invitando sempre i nostri agenti a consolidare il rapporto di dialogo e fiducia con i cittadini”.

leggi anche
Finanza nostra
L'operazione
La Gdf di Pisogne scopre un “laboratorio per evasori fiscali” con sedi in Bergamasca
Attolico, polizia postale
Reati online
Polizia postale di Bergamo: “Dodicenni sui siti di incontri per adulti: genitori, attenti”
Camera di commercio nostra
I dati
Imprese bergamasche: nel quarto trimestre 2020 un calo di 166 posizioni
carabinieri sera notte
Bassa
Pumenengo, spaccio di cocaina fuori dal cimitero: due arresti
polizia locale seriate
Polizia locale
Seriate, 18 anni e già diversi alias: giovane pusher in manette
Polizia locale
Bergamo
Non si ferma all’alt e investe col motorino agente di Polizia Locale: fermato 36enne
Murtas
L'intervista
Il vicequestore Murtas in pensione: “Nel cuore il Papa e l’Atalanta. Ora farò l’avvocato”
Imeri Tura
Il sondaggio
Treviglio, Imeri in testa tallonato dalla Tura
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it