Quantcast
Atletica leggera, a Padova Samuel Medolago si impone sui 3000 metri - BergamoNews
Mezzofondo

Atletica leggera, a Padova Samuel Medolago si impone sui 3000 metri

Il 25enne di Sant'Omobono Terme ha fermato il cronometro in 8'07"12, limando di ventidue secondi il proprio primato personale

La ricostruzione dell’atletica bergamasca dopo il dramma del Covid parte dal mezzofondo.

A confermare il trend è stato Samuel Medolago (Atletica Valle Brembana) che ha trionfato a Padova nei 3000 metri sbriciolando il proprio record personale.

In grado di dominare la prima serie, il 25enne di Sant’Omobono Terme ha fermato il cronometro in 8’07″12 limando di ventidue secondi il primato al coperto e di dodici quello all’aperto.

Debutto con il botto anche per Segond Emmanuel Musumary che, dopo il biennio trascorso all’Atletica 100 Torri Pavia, è tornato a vestire la casacca dell’Atletica Estrada imponendosi a Casalmaggiore fra gli juniores.

Dopo aver sbaragliato la concorrenza nel getto del peso, il cremasco di stanza a Treviglio ha lanciato l’attrezzo da sei chilogrammi a 17,09 metri cogliendo la miglior prestazione della carriera.

Percorso simile anche per il compagno di squadra Federico Manini che sui 60 metri ha infiammato la pista di Modena.

Nonostante la mancata partecipazione alla finale, il 20enne di Caravaggio ha firmato in batteria il terzo tempo complessivo chiudendo le proprie fatiche in 6”87, lontano soli cinque centesimi dal personal best.

Velocisti protagonisti anche a Saronno dove Mame Moussa Ndaye ha fissato il nuovo primato personale sulla distanza.

Sconfitto sul filo di lana da Filippo Cappelletti (Atletica OSA Saronno Libertas, 6”89), il portacolori dell’Atletica Pianura Bergamasca ha bloccato le lancette dell’orologio in 6”91, rifacendosi con gli interessi durante il secondo round.

Fra gli ostacoli esordio fulmineo per Paolo Gosio che, alla prima uscita con la maglia dell’Atletica Bergamo 1959, ha dominato entrambe le gare dei 60 metri juniores.

Capace di migliorarsi con il passare delle manche, il giovane camuno ha tagliato il traguardo varesotto rispettivamente in 8”19 e 8”05.

Nella categoria assoluta doppio podio per l’almennese Federico Piazzalunga (Atletica Bergamo 1959) che ha chiuso le due prove lombarde in seconda posizione davanti al collega Fabio Izzo.

In campo femminile buona prestazione per Chiara Minotti (Atletica Bergamo 1959) che si è imposta sui 50 metri ostacoli in 7”45.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI