BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Inchiesta sulle carceri a Report, I Mercenari 2 o Nemico pubblico? La tv del 18 gennaio

Ecco il palinsesto delle reti televisive per la prima serata di lunedì 18 gennaio

Per la prima serata in tv, lunedì 18 gennaio su RaiUno alle 21.25 andrà in onda la fiction “Mina Settembre”. Verranno proposti due episodi dal titolo “Il pappice e la noce” e “Ansia da prestazione”. Nel primo, tra Mina e Domenico c’è imbarazzo quando si ritrovano in consultorio, ma come sempre non c’è tempo per occuparsi dei propri turbamenti amorosi. Mina riceve la visita di un professore preoccupato per il suo miglior allievo, Thomas, talentuosissimo nella musica, finito purtroppo in un brutto giro…
Nel secondo, stavolta è Irene a chiedere aiuto a Mina per una questione molto delicata: si tratta di Gianluca, suo figlio, che per Mina è un po’ un nipote. Sedici anni, età difficile, si è innamorato di una ragazza ben più grande e più sveglia di lui, che sembra lo stia portando sulla cattiva strada. In più sono scomparsi dei soldi: Potrebbero essere stati spesi in stupefacenti?…

Su Canale5 alle 21.45 ci sarà il “Grande Fratello Vip”, condotto da Alfonso Signorini.

Su RaiDue alle 21.20 l’appuntamento è con “Stasera tutto è possibile”, condotto da Stefano De Martino.

Su RaiTre alle 21.20 ci sarà una nuova puntata di “Report”, il programma d’inchieste condotto da Sigfrido Ranucci.
La prima inchiesta, dal titolo “Tassa azzurra”, è di Giulia Presutti, Lorenzo Vendemiale. Un comunicato Rai anticipa: “Coverciano ospita il centro tecnico della Federcalcio, dove si allena la nazionale italiana. Otto ettari tra campi sportivi, un auditorium, un albergo e un ristorante. Su questo gioiellino dal 2007 non viene pagata l’Imu. Federcalcio sostiene di avere diritto all’esenzione per gli enti non commerciali che esercitano attività sportiva e di promozione dello sport. Ma è così? Chi è il vero proprietario del centro tecnico di Coverciano e quali sono le attività che si svolgono all’interno?”.
Il secondo reportage, dal titolo “La transizione”, è di Michele Buono in collaborazione con Edoardo Garibaldi e Filippo Proietti. Un comunicato Rai annuncia: “L’età della pietra non è finita perché mancavano le pietre. La transizione energetica dal fossile alle rinnovabili, e la conseguente decarbonizzazione, è una necessità ambientale e al tempo stesso un’occasione di crescita economica; non è una storia di qualche pannello o impianto eolico in più ma è un’organizzazione complessa che coinvolge un intero sistema, dalla ricerca al trasferimento di tecnologie all’industria, alla società intera. Quali sono i nostri punti di forza? E quali i nostri vantaggi competitivi? Possiamo trasformarci da paese importatore a esportatore netto di energia sempre più pulita? Si sta aprendo una nuova partita globale”.
Il terzo reportage, dal titolo “Carceri, un mondo a parte”, è di Bernardo Iovene con la collaborazione di Federico Marconi e Greta Orsi. Un comunicato Rai spiega: “Cosa è successo dentro al carcere di Modena durante la rivolta di marzo? Secondo le testimonianze di detenuti e familiari che ricostruiscono quei momenti tragici, ci sarebbero stati pestaggi a freddo dopo la rivolta, e anche durante i trasferimenti, all’arrivo nei vari istituti, e nei giorni seguenti. Dai racconti intrecciati si disegna uno scenario inquietante, che deve riguardare tutti compreso le massime istituzioni, per capire se è vero; quali sono stati gli ordini, chi li ha dati e se il Ministero ne era al corrente. Nel carcere di Modena sono morti 5 detenuti, le autopsie dicono da intossicazione di farmaci e metadone. Altri 4 detenuti sono morti dopo essere stati trasferiti in altre carceri, sono stati visitati? Si potevano salvare? Nel carcere di Santa Maria Capua Vetere attraverso le registrazioni delle telecamere di sorveglianza la procura ha individuato abusi che sarebbero stati commessi da 44 agenti penitenziari, altre centinaia di agenti non è stato possibile identificarli. Report è venuta a conoscenza che a operare a volto coperto è stato un nuovo reparto creato dopo le rivolte: sono i Gir, Gruppo di intervento rapido. Intanto il decreto Ristori ha posto molti paletti alla possibilità di detenzione temporanea ai domiciliari per chi ha un residuo di pena fino a 18 mesi e pochi detenuti ne hanno usufruito. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Natale è stato in visita a Regina Coeli, ma per il Garante nazionale dei detenuti e anche per alcuni magistrati di sorveglianza il decreto è timido e non affronta il problema principale del sovraffollamento”.

Spazio all’attualità e alla politica su Rete4 alle 21.25 con “Quarta Repubblica”, condotto da Nicola Porro.

Per chi preferisse vedere un film, su Italia1 alle 21.20 c’è “I mercenari 2”; su La7 alle 21.15 “Schegge di paura”; su Rai4 alle 21.20 “Look Away Lo sguardo del Male”; su La5 alle 21.15 “Rosamunde Pilcher – Estate d’amore”; su Iris alle 21.05 “Nemico pubblico” e su Italia2 alle 21.15 “L. A. Zombie. L’ultima apocalisse”.

Su Rai5 alle 21.15 verrà proposto il documentario “Aharon Appelfeld. Kaddish per i bambini”. I bambini e i contadini della terra dove, prima della follia nazista, si parlava yiddish tornano in vita nei romanzi di Aharon Appelfeld, il grande scrittore israeliano sopravvissuto all’Olocausto.

Da segnalare, infine, su La7D alle 21.30 il telefilm “Joséphine, Ange Gardien” e su Mediaset Extra la diretta dalla casa del Grande Fratello Vip.

 

Questi sono i programmi previsti per stasera salvo variazioni dell’ultimo momento apportate dalle reti televisive.

Foto da Ufficio Stampa Rai

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.