BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Due ristoranti aperti fuori orario, a Orio 30 clienti allontanati: multati i titolari

Tutti gli avventori del locale sono stati identificati e allontanati dal locale. Attualmente sono in corso le procedure per le relative contestazioni.

Nella serata di venerdì 15 gennaio 2021, in occasione dell’iniziativa “#IOAPRO1501” promossa tramite i canali social a livello nazionale, sono stati organizzati dedicati servizi di ordine e sicurezza pubblica su tutto il territorio provinciale che hanno visto la partecipazione di personale della Questura, dei Carabinieri e della Polizia Locale.

In particolare, alle 21 è stato effettuato un controllo ad un ristorante di Orio al Serio che risultava aperto e con circa 30 clienti seduti ai tavoli.

Il personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura ha elevato nei confronti del titolare una contravvenzione – di 400 euro – per inottemperanza dell’obbligo di svolgere i servizi di ristorazione con conseguente sanzione amministrativa ex. Art. 4 D.L. 19/20.
Tutti gli avventori del locale sono stati identificati e allontanati dal locale. Attualmente sono in corso le procedure per le relative contestazioni. A tutti loro verrà inviato a casa il verbale di contestazione con la multa da 400 euro.

Altro locale è stato sanzionato da personale dei carabinieri a Casnigo, in Valle Seriana.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gigio2000

    Spiace leggere chi critica le forze dell’ordine che altro non fanno che eseguire gli ordini e soprattutto in questo caso, hanno piena ragione. A Bergamo sappiamo benissimo cosa significa il caos contagi, l’abbiamo vissuto ma qualcuno non vuole capirla. Ci sono altri settori dove si deve agire? vero. Dovrebbero esserci piu’ ristori per chi come bar e ristoranti soffrono? vero. Ma non siamo la Germania. I soldi non ci sono, è ora di capirla. Se c’è una regola non se la sono inventata per niente, bisogna rispettarla, migliorabile magari, ma tanto anche se dicessero di occupare un tavolo si e un tavolo no e tenere aperto fino alle 23…non si rispetterebbe. Ai bar d’asporto …lo vediamo cosa succede, assembramenti fuori con personaggi con le caraffe in mano e senza mascherina. Ma di cosa stiamo parlando? e sarebbe colpa delle forze dell’ordine? Vero che lo stipendio si paga con le nostre tasse, ma se lo guadagnano eccome! ci vada qualcun altro a fare il loro “sporco” lavoro 24 ore su 24 e giorno e notte!

  2. Scritto da Francesco Giuseppe

    Le nostre FF.OO sono bravissime, con stipendi super garantiti da chi invece, ad andare contro la popolazione che cerca di lavorare, guadagnare per pagare le tasse con cui vengono garantititi i loro stipendi da Conte e C. Brave

  3. Scritto da Greykid

    Chi è andato al ristorante ieri sera sapeva benissimo che cosa rischiava. Inutile che si lamenti ora. L’unica cosa perfettamente legale che possiamo fare è ricordarci del trattamento subito, il giorno che finalmente ci consentiranno di votare. Altro non possiamo fare, adesso, ma non dimentichiamo niente, mi raccomando!