BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalle fototrappole alle bodycam, nuovi rinforzi per la polizia locale di Stezzano foto

L’amministrazione comunale ha speso 17mila euro, di cui 13mila finanziati da un bando regionale

Più informazioni su

Fototrappole, bodycam, una fotocamera reflex per i rilievi degli incidenti, un tablet, uno smartphone una telecamera da installare sulle pattuglie. Grazie al progetto “Stezzano sicura”, l’amministrazione comunale di Stezzano ha partecipato ad un bando di Regione Lombardia per dotare la Polizia locale di dispositivi elettronici in grado di potenziare il lavoro dei sei agenti impiegati e aumentare la loro sicurezza.

Per acquistare queste tecnologie il Comune ha speso 17 mila euro, 13 mila dei quali finanziati dal bando. “Si tratta di apparecchi di ultima generazione che utilizzeremo principalmente durante le pattuglie diurne e che presto saremo pronti ad usare durante le operazioni di presidio del territorio – spiega il comandante della Polizia locale stezzanese Erasmo Liguori -. Siamo in possesso di questi oggetti già da qualche mese e ora stiamo ultimando le modifiche necessarie ad alcuni regolamenti comunali per poterli usare a pieno regime”.

Le bodycam verranno apposte alle divise degli agenti per tutelare il loro lavoro e facilitare la raccolta di prove, mentre la fotocamera reflex permetterà di effettuare i rilievi dei sinistri in modo più facile e veloce. Le fototrappole serviranno soprattutto per scovare le persone che si rendono responsabili di reati legati allo scarico abusivo di rifiuti, il tablet e lo smartphone dotati di collegamento internet consentiranno agli agenti di accedere da remoto a documenti e file. La dashcam verrà installata sulle auto di pattuglia e sarà in grado di riprendere tutti gli spostamenti del mezzo.

“Si tratta di tecnologia davvero utile – afferma Liguori – le bodycam e dashcam porteranno maggiore tutela e protezione ai nostri uomini, mentre le fototrappole serviranno per combattere i reati ambientali all’interno del nostro territorio. Inoltre – aggiunge – smartphone e tablet potranno essere sfruttati in sinergia con i nove varchi di accesso e le 32 telecamere presenti sul nostro territorio: da remoto sarà infatti possibile accedere agli occhi elettronici avendo così dei riscontri in presa diretta”.

A queste dotazioni si vanno ad aggiungere anche due biciclette elettriche che gli agenti stanno già utilizzando; due mezzi di trasporto necessari per raggiungere velocemente le strette vie del centro storico: una tipo mobilità efficace e allo stesso sostenibile utile a svolgere alcune mansioni di presidio del territorio, soprattutto in aree difficilmente accessibili. “La tecnologia ci permette di avere un controllo a 360 gradi dell’area di Stezzano – conclude il comandante -. Con i suoi 13 mila abitanti il nostro comune copre una porzione sicuramente importante di territorio e grazie a questi nuovi dispositivi saremo in grado di monitorare il paese in modo ancora più efficace”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.